Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica PopoIare ltaIiana

Chiama

Chiudi

La musica batte sul net

Su musica popolare italiana webnotte

Tv e web insieme per la musica, unite dalla musica, sembra uno slogan e invece è la realtà. Ogni settimana insieme regalano su Repubblica.it una rarità, un vero e proprio spettacolo. Per molti una follia e per loro una scommessa. Cantanti, attori e pubblici diversi, uniti dalla passione per la musica, commentano, suonano, parlano e si divertono a suon di risate.

Tutto questo e molto altro ancora è Webnotte. Noi di musica popolare italiana abbiamo seguito la nona puntata dell’edizione 2014/2015.

La grande musica batte sul net con Ernesto Assante e Gino Castaldo. Direttamente con Webnotte. Repubblica.it diventa la casa di uno spettacolo social, la casa della musica 2.0.

Webnotte ieri sera, martedì 9 dicembre, si è trasferito per la seconda volta a casa Arbore. Al programma di Assante e Castaldo nella Swing room di Arbore hanno partecipato come ospiti Nino Frassica, Teresa Mannino, Gegè Telesforo, Max Paiella e Claudio Gregori in arte Greg con numeri divertentissimi. Uno Show puro tutto ironia e sregolatezza. Gli ingredienti? Variegati. La torta? A prova di bomba. La tv a reti unificate per Renzo Arbore presidente della Repubblica, l'omaggio doveroso a Mango e alla sua stagione dell'amore, Volare all'americana, un Nino Frassica in formissima, lo scat trascinante di Gegè Telesforo. Il napoletano e il romano. Tutte le lingue del mondo, tutti i suoni del mondo, tutti i mood della tradizione musicale nazionale e internazionale in salsa swing, uno swing firmato Renzo Arbore.

Ma cos'è veramente Webnotte? Un programma tv per chi non vede la tv. Senza alcun dubbio il fenomeno-web dell’anno, che parte da internet per proporre un atmosfera divertente e brillante, per proporre il meglio della musica. Musica e intrattenimento insieme. E poi vada come deve andare, ogni volta.

Può esserci la memorabile e improvvisa esibizione live, possono scorrere i video di canzoni famose e di pregio maltrattate o triturate in esibizioni desolanti da artisti a vario titolo. La proposta è chiara e naturaliter, la musica batte sul net con un mood unico. Sembra di fare un salto in edicola Fiore, sembra di essere in casa Arbore, sembra di essere tornati a Quelli della notte. Divertimento allo stato puro, provato in proprio e offerto a chi vuole. Tanti artisti si alternano, uno dietro l’altro. La leggerezza è la regola aurea del programma.

Il pubblico guarda, ascolta e commenta. Il pubblico è attivo più che mai. Sembra essere a quel dopo festival che non c’è più, sembra essere in quei cafè che non ci sono più. Sembra, sembra, e sembra. E invece è!

http://youtu.be/PXFbmejtSoA



Tag:

Commenta