Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica PopoIare ltaIiana

Chiama

Chiudi

Tra sperimentazione e contaminazione, ecco la musica occitana dei Lou Seriol

Lou Seriol su Musica Popolare Italiana

Questa sera accendiamo i nostri riflettori sui Lou Seriol, grandi artisti da sempre legati alla musica popolare!

La formazione nasce nel 1992 sull’onda della riscoperta e della valorizzazione della musica occitana: all'inizio della sua avventura, era molto vicina alla tradizione più squisitamente popolare mentre, col passare del tempo, ha iniziato a fare sempre più ricorso a strumenti meno tradizionali per dare il via alla sperimentazione musicale che la contraddistingue da sempre.

Sperimentazione, dunque, ma anche tanta contaminazione perché i Lou Seriol, dopo poco tempo dalla loro fondazione, cominciano a conoscere anche la realtà occitana d’oltralpe ed entrano in contatto con musicisti dell’Occitania transalpina e Baschi. Nel 1999, dopo essersi prodigato nella sola attività live, il gruppo decide di autoprodurre il primo disco: nel 2000, infatti, lancia “Persi Pien”, un album nuovo e innovativo rispetto alla produzione della scena occitana del tempo, sia per la modalità di lavorazione sia per la scelta dei suoni e della scelta artistica intapresa.

Dopo il grande successo ottenuto, nella primavera 2005 esce “Reviori”, album che vede collaborare artisti del calibro di Papet J dei Massilia Sound System, Luigi Pastorelli dei Nux Vomica, Sergio Berardo e Dino Tron dei Lou Dalfin e il maestro Fabrizio Simondi del coro L’Escabot.

Nel 2009 la band decide di produrre un live, “Ambe Vos”, contenente anche un dvd con le immagini del grandissimo concerto-evento tenutosi nel 2007 in occasione della manifestazione Anem'Oc per la lingua occitana a Bezier con più di 20 000 partecipanti.

Nel 2011 è invece la volta del nuovo disco “Maquina Enfernala” in cui è presente ancora di più tanta contaminazione musicale attraverso influenze reggae, hip hop, pop e rock.

Il gruppo è formato dai seguenti musicisti: Stefano Degioanni (voce), Edoardo Degioanni (organetto), Giampiero Beltrando (flauti, cornamusa, oboi), Adriano Rovere (chitarra), Marco Ferrua (basso), Roberto Gaia (batteria).

Ma adesso spazio alla loro musica: buon ascolto e buona visione!

https://www.youtube.com/watch?v=oQUjBV_LHIA



Tag:

Commenta