Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica PopoIare ltaIiana

Chiama

Chiudi

Radicamenti: a Mendicino identità, tradizione e cultura popolare

Radicamenti: a Mendicino identità, tradizione e cultura popolare

Identità, tradizione e cultura popolare sono le parole chiave. È partito ufficialmente il conto alla rovescia per Radicamenti 2018, il festival che anima l’estate di Mendicino (CS), e non solo.

 

 

Peppe Servillo, Roy Paci e gli Aretuska, Enzo Avitabile sono solo alcuni dei nomi dei protagonisti di Radicamenti – Festa della Seta 2018 che si terrà a Mendicino dal 27 agosto al 1 settembre nel centro storico con il gran finale il 2 settembre sulla cima di Monte Cocuzzo.

Nel Borgo della seta in provincia di Cosenza si potrà imparare, attraverso i corsi gratuiti, suonare gli strumenti popolari, a ballare la tarantella calabrese o la pizzica salentina. Si aggiungono a questo i momenti culturali, di riflessione e discussione e la buona cucina calabrese con i piatti della nostra tradizione nei locali in piazza municipio e nei vicoli del centro storico.

Grande novità dell’edizione 2018 è la creazione, in sinergia con il Conservatorio di Cosenza, dell’Orchestra calabrese di musica popolare che debutterà a Mendicino con l’intento di portare in giro per il mondo questo genere e le sue tradizioni.

Si parte lunedì 27 agosto, alle 21.30 in piazza municipio, con il concerto dei Quartaumentata; martedì 28 agosto, sempre alle 21.30 in piazza municipio, sarà la volta di Valentina Balestrieri; mercoledì 29 agosto doppio appuntamento: Francesco Loccisano, alle 21 in piazza municipio, e Roy Paci & Aretuska in piazza Duomo alle 22.30.
Doppio appuntamento anche il 30 agosto con i Tiradirittu in piazza municipio, alle 21, e la Lutte Berg orchestra all’anfiteatro San Giuseppe alle 22.30; venerdì 31, ore 22 in piazza municipio, debutto dell’Orchestra calabrese di musica popolare.
Settembre si apre con il concerto di Enzo Avitabile, giorno sabato 1 in piazza Duomo alle 22.30, e gran finale domenica 2 settembre, nel pomeriggio a Monte Cocuzzo, con Peppe Servillo e Solis String quartet.





Commenta