Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica PopoIare ltaIiana

Chiama

Chiudi

LocarnoFolk Festival: un viaggio sulla rotta dei Balcani

LocarnoFolk Festival: un viaggio sulla rotta dei Balcani

LocarnoFolk Festival 2018
The Balkan Route
Un emozionante viaggio dalla Turchia all’Ungheria

 

 

Torna il LocarnoFolk Festival nella magnifica cornice del Parco di Orselina. Il 16 agosto inizierà un emozionante viaggio di tre giorni, dalla Turchia all'Ungheria, sulla rotta dei Balcani. Un’esperienza a tutto tondo con concerti
serali, stage di danze e canto, proiezioni e specialità culinarie.
Nella serata d’apertura (16 agosto), ci lasceremo trasportare dalla melanconia ma anche dalla passione del blues balcanico con le canzoni Sevdalinka della band di Sarajevo Divanhana, che attinge inoltre al vasto repertorio dei Balcani, rivisitato in chiave moderna.

Il percorso musicale della seconda serata (17 agosto) ci porterà da Istanbul a Budapest con Light in Babylon e Cimbaliband. I primi uniscono il folk urbano della capitale turca e la tradizione sefardita a suoni del Mar Nero, sonorità gitane e ritmi balcanici. I secondi, guidati dal virtuoso e rockeggiante cimbalom, propongono un mix di musica magiara, rom e balcanica.

La terza serata (18 agosto) sarà all’insegna della danza. Il gruppo balcanicosvizzero Ssassa, che da decenni si dedica alle tradizioni musicali Rom di tutta l’area mediterranea e della Penisola balcanica, ci farà ballare le danze imparate durante lo stage pomeridiano condotto da Corinne Bühler, insegnante specializzata nelle danze popolari internazionali. Al pomeriggio ci sarà anche uno stage di canto balcanico con Camilla Barbarito, cantante e performer milanese. A chiudere il festival saranno il chitarrista e cantautore croato Branko Galoic e la sua Skakavac Orkestar, che hanno scalato le classifiche europee di world music con il loro mix trascinante di gipsy jazz, ska e pop in grado di infuocare il pubblico per un’ultimo gypsy party.

Concerti e stage quindi, ma anche due proiezioni di documentari a tema (“Brasslands” sul Brass Band Festival di Guça in Serbia, e il quasi leggendario “Latcho Drom” di Tony Gatlif), e dei food stand con specialità balcaniche per
un’esperienza a 360 gradi.
Concerti e film saranno ad offerta libera. Per raggiungere il Parco di Orselina è consigliato vivamente l’uso della funicolare Locarno - Madonna del Sasso, che partirà ogni 15 minuti tutte le sere del festival, fino alle ore 24.

Il Programma completo del LocarnoFolk Festival 2018 si trova su:
www.locarnofolk.ch. Informazioni: info@locarnofolk.ch







Commenta