Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica PopoIare ltaIiana

Chiama

Chiudi

Entroterre: il festival di musica, cultura e territori dell’Emilia-Romagna

Entroterre: il festival di musica, cultura e territori dell’Emilia-Romagna

Da giugno a settembre 2018 torna Entroterre, il festival regionale di musica, cultura e territori dall'anima itinerante e dal respiro internazionale: 4 mesi di programmazione, 60 eventi e decine di città coinvolte che legano l'Emilia e la Romagna in un progetto di valorizzazione della musica colta e tradizionale.

 

 

Organizzato da Romagna Musica - società cooperativa che dal ’98 si occupa produzioni musicali ed eventi - il festival propone infatti 8 diversi percorsi di cultura musicale: "TacaDancer" propone spettacoli itineranti, dove la storia della musica da ballo diventa protagonista; "ClassicoAntico" offre un confronto tra musica barocca ed eccellenze musicali italiane di respiro internazionale; "Entroterre Folk" per riscoprire la musica popolare di qualità; "Ci vediamo all’alba", una mini rassegna di concerti per osservare il sole sorgere ascoltando musica in silenzio;" Didjin’Oz" per conoscere la musica tradizionale australiana, tra cultura aborigena e didgeridoo; "La Risonanza Barocca" ovvero il meglio del barocco italiano in residenza tra concerti, master class e musica da camera; infine sono previsti corsi di Alto Perfezionamento, tenuti da professionisti di massimo livello per formare al meglio i musicisti del futuro.

Il festival ha anche l’obiettivo di creare una comunità musicale, capace di potenziare cultura, educazione ed economia: Entroterre infatti rientra tra le più interessanti proposte italiane di turismo culturale, diventando un importante volano, a livello nazionale e internazionale, di promozione turistica e di valorizzazione delle attività economiche locali.

Il presidente di Romagna Musica Luigi Pretolani:

"EntroterreFestival è un sistema, in altre parole una connessione di elementi in un tutto organico e funzionalmente unitario, con il volto di festival. Un sistema complesso che: mette in gioco tutte le collaborazioni di Romagna Musica (professionali, artistiche, umane, politiche); raggruppa associazioni e promuove collaborazioni; connette artisti e musicisti, ma anche operatori economici, luoghi e produzione culturale; crea linee di indirizzo e consenso politico; sviluppa progetti e realizza idee. Ma "EntroterreFestival" è anche altro. Guardato da una diversa prospettiva è il tentativo di non fermarsi all’apparenza, alla superficie, ma di scavare in profondità alla ricerca del significato e del senso delle relazioni umane, dei gesti, degli obiettivi, delle strategie. In tal modo il Festival si trasforma in una risorsa ed in una ricchezza per il territorio, per la cultura e per gli individui"

Saranno ospiti illustri come Concerto Italiano diretto da Rinaldo Alessandrini e La Risonanza diretta da Fabio Bonizzoni, esponenti del mondo del Barocco di fama mondiale, il violoncellista Antonio Meneses, allievo di Janigro, concertista di indiscussa e nota fama, Olaf John Laneri, Premio Busoni, Giuseppe Ettorre, celebre primo contrabbasso del Teatro alla Scala,  il celebre quartetto Fonè, sono solo alcuni dei musicisti che quest’estate fra corsi e concerti si alterneranno sui palchi dell’Emilia Romagna nei luoghi più suggestivi. Così come la rassegna dei concerti all’alba rappresenta un’occasione unica per ascoltare e vivere la musica in un momento di magia, raccoglimento e condivisione. Ogni concerto verrà ripreso da Radio 3.





Commenta