Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica PopoIare ltaIiana

Chiama

Chiudi

Trento è pronta a ospitare 100.000 Penne nere per la 91°Adunata Alpini

Trento è pronta a ospitare 100.000 Penne nere per la 91°Adunata Alpini

Dal 10 al 13 maggio la 91° Adunata nazionale degli alpini a Trento: potrebbero essere 100.000 le Penne nere pronte a sfilare.
 Trento si prepara all’Adunata nazionale degli alpini: attese 600.000 persone. Potrebbero essere fino a 100.000 mila gli Alpini pronti a sfilare.

L’attesa è per 600.000 persone tra ingressi e uscite dal capoluogo nei quattro giorni dal 10 al 13 maggio, con maggiore afflusso da sabato pomeriggio a domenica.

Oltre 50 mostre e più di 150 esibizioni musicali animeranno Trento e dintorni durante il periodo dell’Adunata di Trento, che cade nel centenario della fine della Prima Guerra Mondiale. Accanto alle cerimonie ufficiali si affiancheranno decine e decine di appuntamenti: spettacoli teatrali, conferenze, esposizioni e concerti che racconteranno, sotto vari aspetti, il dramma delle guerre, le epopee degli alpini, il lungo e spesso insidioso confronto con la natura, ma anche l’impegno sociale e lo spirito di solidarietà che ogni giorno le penne nere mettono al servizio delle proprie comunità e di chiunque abbia bisogno di loro. All'Adunata di Trento parteciperanno oltre 100 cori e più di 40 tra fanfare e bande popolari provenienti da tutt’Italia che si esibiranno in oltre 20 chiese, nei teatri e negli 11 'Punti in musica' dislocati in centro storico. Anche a Rovereto e in molte altre zone del Trentino sono previste varie esibizioni e concerti.

Giovedì 10 maggio toccherà al Coro della SAT scaldare l’atmosfera del Teatro S. Chiara con il proprio repertorio di canti popolari e di montagna, mentre la sera seguente, venerdì 11 maggio, spetterà al Coro della SOSAT, altro storico baluardo cittadino della coralità alpina, incantare il pubblico nella suggestiva cornice del Doss Trento.

Da evidenziare anche il concerto di cori giovanili venerdì (ore 15) al Teatro S. Chiara, segno del coinvolgimento delle nuove generazioni, e quelli in programma sabato pomeriggio in piazza Duomo e allo stadio Briamasco, dove si terrà l’esibizione di fanfare e il carosello della fanfara della Cadore

 







Commenta