Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica PopoIare ltaIiana

Chiama

Chiudi

Il Coro di Florinas tra tradizione e novità

Continua il nostro viaggio alla ricerca dei cori di musica popolare italiana. Oggi siamo in terra sarda, alla scoperta di un coro nato ai primi del '900 da associazioni spontanee e momentanee di cantori che si esibivano in occasioni straordinarie durante le festività, soprattutto religiose. Nel 1956 a Nuoro, la corale di Florinas esegue un’Ave Maria durante una manifestazione canora. Grazie alla sua interpretazione ed esecuzione, molto particolare, la corale ricevette un riconoscimento importante.

Tra gli anni '70 e '80, un gruppo di amici, spinti da una forte passione per il canto corale, si pose come obiettivo quello di recuperare i brani della tradizione sarda, costruendo un repertorio molto particolare fatto di canti religiosi tipici della Pasqua. Le tradizioni della Settimana Santa iniziarono a tramandarsi grazie ad un lavoro certosino portato avanti dalla Confraternita di Santa Croce, tra la volontà dei giovani e la passione e l’orgoglio degli anziani.

Questo lavoro di ricerca, tradizione e trasmissione gettò le basi alla nascita di quella che oggi è l’Associazione Culturale Coro di Florinas.

Su musica popolare italiana il Coro di FlorinasDi anno in anno, di concerto in concerto si diede vita ad una associazione artistica in ambito Florinese, che a oggi può vantare tre incisioni. “Cantede” dedicata all’amore per il canto, “A Fiolinas” dedicata al nostro paese e ultima "Amada Sardigna mia" dedicata alla Sardegna, “Sa Terra Nostra Natia”. Per il ventesimo anno di attività, l’Associazione ha pubblicato un libro, nel quale vengono raccolti e raccontati tutti i percorsi effettuati in carriera.

Il gruppo, durante il suo cammino ha avuto la fortuna e l’opportunità di lavorare con bravissimi maestri. Ne citiamo alcuni: Piero Concu e Paolo Carta. Entrambi hanno lavorato molto e costruito, negli anni, un vasto repertorio musicale. Il maestro Giacomo Pintori dirige da molti anni la corale. Da tempo porta avanti un progetto molto importante: dar vita in musica alle poesie che gli vengono donate da scrittori locali. Oggi, la corale è composta da 25 coristi suddivisi in quattro sezioni: 4 bassi, 8 baritoni, 4 tenori primi e 9 tenori secondi.

Sin dal 1900 l’obiettivo è sempre stato uno soltanto: diffondere la cultura sarda, con i saperi, le esperienze, gli stili di vita, l’orgoglio e la passione di un popolo che ha dalla sua un carattere laborioso, taciturno, indipendente e generoso.

Il canto è un semplice strumento per difendere, conservare, tramandare le sonorità, i testi e i valori di un popolo. Il vivere attraverso le tradizioni, per non dimenticare.

Da anni l’Associazione culturale Coro di Florinas organizza diverse rassegne. Una rassegna internazionale giunta alla XXI edizione, dove vi partecipano cori Sardi ed Europei. L’altra, Cantigos in Carrela, giunta alla XVII edizione, è una rassegna di assoluto successo sia per il pubblico, che di anno in anno risponde con enorme interesse e attenzione, sia per le imitazioni di altri paesi sardi. Tante le tappe conquistate dal Coro di Florinas, sia in terra italiana che internazionale: Ourense, comune spagnolo e capoluogo della Galizia dove il coro si è esibito nella Cattedrale di “Santiago di Compostela”; Francia,  “Cattedrale e Grotta di Lourdes”; Roma, “Cattedrale di San Pietro”, Chiesa degli Artisti e Piazza del Popolo; Bosnia-Erzegovina in Sarajevo, ospiti della Brigata “Sassari”; Lugano in Svizzera, inoltre Venezia, Bassano del Grappa, Spresiano, Romano d’Ezzelino, Trento, Biella, Oropa, Alessandria, Pordenone, Padova, Verona, Parma, Latina, Palermo, e per finire Valle Aosta, ospitati dal coro di Saint Vincent.

Tappe e riconoscimenti conquistati, anni e secoli di vita, i cori di musica popolare italiana rivivono e l’Italia tutta risuona.

https://www.youtube.com/watch?v=I703fNVAmfk



Tag:

Commenta