Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica PopoIare ltaIiana

Chiama

Chiudi

La Notte della Taranta infiamma la Fòcara a Novoli, tra devozione e musica

La Notte della Taranta infiamma la Fòcara a Novoli, tra devozione e musica

Nonostante il difficilissimo periodo pandemico che stiamo attraversano tutti, anche quest’anno non mancherà il tradizionale appuntamento con la Focara di Novoli.

Con dimensioni molto più contenute dei soliti 25 metri di altezza, e senza la usuale grande affluenza di pubblico, il calore della Fòcara, di Novoli (Lecce), l’enorme falò che si accende ogni anno il 16 gennaio per Sant’Antonio Abate, si sentirà comunque, grazie alla musica. A porte chiuse a causa della pandemia, sarà trasmesso il 16 gennaio alle 21 su TeleNorba il concerto organizzato dalla Notte della Taranta che unirà la pizzica salentina alla musica popolare portoghese, il fado.

Inoltre quest’anno il falò non si terrà in periferia ma torna, dopo 65 anni, in p.zza Sant’Antonio. Una scelta legata alla possibilità di circoscrivere il luogo in modo da evitare gli assembramenti ma vuole anche essere un modo per riportare la manifestazione in un luogo centrale dedicato al santo.

Un antidoto contro le tentazioni del virus e una visione europea – spiegano gli organizzatori -: è questo ciò che La Notte della Taranta proporrà alla Fòcara di Novoli mettendo in evidenza il rapporto tra la devozione al Prometeo cristiano Sant’Antonio Abate e la tradizione popolare. Un percorso musicale di ricerca che partirà dalla presentazione della nuova versione di ‘Sant’Antonio allu desertu’, brano portato alla notorietà dalla cantante di fado portoghese Amalia Rodrigues“.

Proposto per la prima volta da Maria Monti nel 1969, il canto fa riferimento alle continue tentazioni che il diavolo riserva all’asceta costretto a rifugiarsi nel deserto. “Nella cultura popolare – spiega il direttore artistico Daniele Durante – c’è sempre l’invocazione al Santo per essere protetti dalle tentazioni che oggi sono rappresentate dal virus. Siamo costretti a resistere alle tentazioni di fare festa, di stare insieme, di abbracciarci“.

Ringraziamo l’amministrazione comunale di Novoli che in un periodo difficile per la cultura ha scelto di esserci, di non interrompere il rito collettivo della Fòcara“, dichiara il presidente della Fondazione Notte della Taranta, Massimo Manera.

Non mancherà Fuecu il brano scritto da Durante nel 2015 per la Fòcara di Novoli che esalta l'ambivalente funzione del fuoco e i suoi simbolici segni oppositivi: spirito e sostanza, salvezza e perdizione, paradiso e inferno, purificazione e contaminazione. E con Antidotum Tarantulae, l'Orchestra farà vibrare il suono come il legno di ferula scelto da Sant'Antonio per farne bastone, la pianta dal midollo spugnoso che continua a bruciare anche quando apparentemente è spenta. "Appena fu fuori all'aria del mondo, Sant'Antonio alzò il bastone con la punta infuocata, e a girò intorno facendo volare le scintille, come dando la benedizione" (Calvino, 1956).Un viaggio musicale e danzante che vedrà protagonisti i cantanti Enza Pagliara e Antonio Amato; i musicisti Antonio Marra (batteria), Alessandro Monteduro (percussioni), Valerio Combass Bruno (basso), Giuseppe Astore (violino), Attilio Turrisi (chitarra battente), Roberto Chiga (tamburello), Nico Berardi (fiati), Gianluca Longo (mandola), Leonardo Cordella (organetto), Roberto Gemma (fisarmonica); i ballerini Laura Boccadamo, Mihaela Coluccia, Cristina Frassanito, Andrea Caracuta, Fabrizio Nigro, Marco Martano.







One Comment

Commenta