Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica PopoIare ltaIiana

Chiama

Chiudi

MUSICULTURA: i vincitori del Festival della Canzone Popolare e d’Autore

MUSICULTURA: i vincitori del Festival della Canzone Popolare e d’Autore

 

 

 

 Il gruppo Yosh Whale, formato da quattro ragazzi salernitani, vince la 33/a edizione di Musicultura allo Sferisterio di Macerata con la canzone "Inutile" e riceve il premio di 20mila euro messo in palio da Banca Macerata.

"E' una bella sorpresa in questo momento difficile - hanno dichiarato ieri nella serata finale della manifestazione di fronte al pubblico plaudente che gremiva l'Arena - useremo questi soldi per finanziare il nostro tour"

La vittoria a Musicultura arriva esattamente cinque anni dopo il loro ep d’esordio, autoprodotto, ribattezzato Yawn. Al termine dell’estenuante serata, quasi increduli mi hanno raccontato che “il brano racconta la vita vissuta delle periferie, quei mondi grigi che sono punti di partenza per inseguire i sogni. Ora con i 20 mila euro potrebbe essere un po’ più facile realizzarsi, crediamo di investirli per suonare il più possibile. Siamo un gruppo piccolo e il nostro percorso è fatto di piccoli passi. Nel nostro album Tornano Sempre abbiamo portato tutte le nostre influenze che vanno da Pino Daniele al cantautorato più classico fino all’elettronica e al metal. Siamo particolarmente fieri del disco che è nato durante il lockdown perché è un invito a volare oltre la grigia e sorda quotidianità verso luoghi fantastici”.

Amici d'infanzia (hanno tutti 26 anni): Vincenzo Liguori (voce), Andrea Secondulfo (tastiera), Ludovico Marino (chitarra) e Samuele De Rosa (batteria), condividono la stessa passione di far musica, e hanno impresso per contrasto nella loro canzone, che parla di palazzi grigi e vite di periferia, il segno di un nuovo inizio per liberare l'immaginazione. A un passo dal laurearsi in filologia moderna Liguori, diplomati al conservatorio gli altri tre, hanno portato nel brano i loro gusti e la loro esperienza, creando un mix ritmatissimo che, mescolando tammurriata, sonorità metal e rock elettronico, li ha portati alla vittoria. Ma a trionfare insieme a loro ieri sera sono stati anche il divertimento e la musica popolare d'autore, vera mission della manifestazione.

Isotta Carapelli conquista praticamente all’unanimità il Premio della Critica col suo album Romantic Dark, trasparente e intenso esempio di Realismo Musicale. Quello che Giovanni Verga ha fatto nella letteratura, l’artista toscana sta facendo nella musica.

La sintesi delle due serate finali di Musicultura, sarà trasmessa a luglio nel programma televisivo 'Musicultura Festival 2022', sul secondo canale della Rai, partner dell'iniziativa anche con Rai Radio 1 che ha seguito l'evento in diretta.







[social_share_button]