Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica PopoIare ltaIiana

Chiama

Chiudi

La Magia di “Ballos de Austu” in un murale

La Magia di "Ballos de Austu" in un murale

 

In attesa di tornare a danzare, il gruppo folk "Su Furione" ricorda due figure chiave della cultura locale venute a mancare nei mesi scorsi

Si sono conclusi mercoledì 11 agosto i lavori per la realizzazione del murale commissionato dal gruppo folk “Su Furione” di Nule. Un’iniziativa che nasce per rimediare all’impossibilità di organizzare il tradizionale appuntamento di “Ballos de Austu”, il festival internazionale del folklore che da oltre quindici anni anima l’estate del centro del Goceano.

“Già l’anno scorso facemmo realizzare qualcosa del genere – spiegano dal gruppo folk –, si trattava di un quadro realizzato su una parete di legno, che ricordava le suggestioni e i colori delle edizioni precedenti della manifestazione”.

Quest’anno, invece, sulla facciata di un’abitazione privata della centralissima via Roma, farà bella mostra di sé un’opera realizzata dall’artista Tony Amos. “Ringraziamo il Comune e la Pro Loco per averci sostenuto contribuendo alla realizzazione del murale. Anche quest’anno abbiamo voluto lasciare un segno, nonostante l’emergenza Covid ci abbia impedito di lavorare per riunire in paese i tanti ospiti internazionali e isolani che per anni hanno impreziosito l’estate a Nule”.

“Per l’occasione – spiegano ancora dall’associazione – abbiamo voluto ricordare due figure per noi molto importanti, venute a mancare nei mesi scorsi. Si tratta di tziu Pedru Manca e di tziu Peppaulu Marche. Il murale rappresenta proprio questi due uomini, fari culturali del paese e preziosissimi per la crescita del nostro gruppo. Negli anni sono stati guide nel nostro cammino aiutandoci in ogni modo e dandoci tanti consigli che ci hanno permesso di portare avanti con orgoglio le tradizioni locali. Era un dovere, oltre che un grande piacere, ricordare questi amici con un segno concreto”.







[social_share_button]