Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica PopoIare ltaIiana

Chiama

Chiudi

Su Natale de sa Sardigna

Artista:
Sito ufficiale:
Data e orario:
Data: da 22/12/2019
Location:
Città:

Sardegna

Info

Su Natale de sa Sardigna

Arriva la quarta edizione per “We Live in Christmas – Su Nadale de sa Sardigna“, la rievocazione itinerante del Natale in costume tradizionale sardo organizzata dalla compagnia Salto del Delfino. Da venerdì 20 a domenica 22 dicembre, nei Comuni del Parteolla e del Basso Campidano andrà in scena la rappresentazione delle tappe significative del cammino dell’Avvento, nel suggestivo scenario di alcuni tra i sagrati delle chiese storiche più importanti di DolianovaDonoriSerdiana e Settimo San Pietro. Il progetto nasce da un’idea del regista e direttore artistico, Nicola Michele, e vede come protagonisti gli attori Raffaele Chessa e Stefania Pisu nei ruoli di Giuseppe e Maria, ed è volto alla narrazione e riscoperta delle tradizioni del Parteolla attraverso la rilettura di alcuni tra i passi più importanti dell’Avvento. Le rappresentazioni in scena nei sagrati delle chiese coinvolte, vedono attori e comparse indossare abiti tipici della tradizione sarda.

Organizzato dalla cooperativa sociale Salto del Delfino con il sostegno della Regione e il patrocinio dell’Unione dei Comuni del Parteolla e Basso Campidano, “Su Nadale de sa Sardigna – We Live in Christmas” coinvolge alcune tra le più importanti realtà artistiche e culturali della regione tra le quali il gruppo folk Città di DolianovaIs Massaius di Santu Sidoru di Soleminis, un importante cast di musicisti, attori e comparse, tra i quali sono da segnalare Mauro Cossu (organetto) e Riccardo Meloni(launeddas, sulittu e trunfa), con la straordinaria partecipazione dei Tumbarinos di Gavoi e della soprano Alice Serra.

La prima tappa di “Su Nadale de sa Sardigna – We Live in Christmas” si aprirà venerdì 20 dicembre a Dolianova con la rappresentazione dell’Annunciazione. Appuntamento, dunque, per le ore 19:30 nel sagrato della Cattedrale di San Pantaleo dove verrà messo in scena l’annuncio del concepimento e nascita di Gesù.  Il tema culturale del giorno sarà quello del vino e a seguire si terrà una degustazione dei vini delle Cantine di Dolianova, con l’apertura straordinaria fino alle 21.30 dei negozi di Dolia.com – Centro Commerciale Naturale a Dolianova. Il giorno dopo, sabato 21, l’appuntamento è alle 19.30 a Serdiana, dove nel sagrato della Chiesa del Santissimo Salvatore verrà messa in scena “La Visitazione – Il sogno di Giuseppe” passo del Magnificat contenuto nel primo capitolo del Vangelo secondo Luca, nel quale viene descritto il cammino della Vergine verso la casa di Zaccaria in Giudea, luogo dove incontrerà la cugina Elisabetta. Il saluto tra le due donne, entrambe gravide, porta Elisabetta a pronunciare la benedizione per il frutto che Maria porta in grembo e per la sua fede nelle parole dell’Arcangelo Gabriele. Giuseppe, alla visione di Maria incinta, viene assalito dal dubbio e medita di ripudiarla, ma la visione di un angelo interviene per istruirlo prontamente sul mistero.

Un doppio appuntamento chiuderà, invece, “Su Nadale de sa Sardigna – We Live in Christmas” domenica 22 dicembre: alle 11 nel sagrato della Chiesa del Santissimo Salvatore di Settimo San Pietro verrà rappresentato “L’editto del censimento – La partenza per Betlemme”. Nella piccola città della Palestina, come racconta il passo evangelico, “andavano tutti a farsi registrare, ciascuno nella sua città. Anche Giuseppe, che era della casa e della famiglia di Davide, dalla città di Nazaret e dalla Galilea salì in Giudea alla città di Davide, chiamata Betlemme, per sottoporsi al censimento”. Alle 18 la rassegna si trasferisce a Donori, dove presso il sagrato della chiesa di San Giorgio Vescovo verrà rappresentata la Natività. La scena rappresenta lo scorcio del Nuovo Testamento in cui si narra dell’arrivo a Betlemme di Giuseppe e Maria la sera del terzo giorno. Dicono le scritture che “dopo aver invano cercato un posto in cui alloggiare, finalmente trovarono un uomo gentile che concesse loro l’utilizzo di una delle stalle di cui era comproprietario.” Proprio in quella stalla nascerà il bambin Gesù.



Commenta