Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica PopoIare ltaIiana

Chiama

Chiudi

Notice: Undefined variable: errore in /opt/web/mpi/wp-content/themes/flatmagazine/partials/single/single-eventi.php on line 2

Notice: Undefined index: success in /opt/web/mpi/wp-content/themes/flatmagazine/partials/single/single-eventi.php on line 7

Quartetto Areasud @ Catania

Artista:
Quartetto Areasud
Sito ufficiale:
Data e orario:
Data: da 31/08/2021 | 21:00
Location:
Palazzo della Cultura
Città:
Catania
[social_share_button]

[like]

Sicilia

Info

Quartetto Areasud @ Catania

Meltin'folk ritorna a Catania con il concerto del Quartetto Areasud, che presenta il suo nuovo lavoro discografico "Musica lievemente tradizionale" martedì 31 agostoalle ore 21.00, presso il Palazzo della Cultura (Via Vittorio Emanuele 121, Catania) per la rassegna Catania Summer Fest.

Sarà il primo appuntamento del Festival Meltin'folk (giunto alla XVI edizione) dedicato alle musiche etniche italiane e internazionali, organizzato dalle associazioni Areasud e Darshan, nell'ambito della rete nazionale di Italiafestival.

“Musica lievemente tradizionale”, prodotto dalle associazioni “Areasud” e “Darshan” e pubblicato da “Il tamburo di Aci”, è il titolo del primo lavoro discografico del Quartetto Areasud, registrato durante i mesi di pandemia che hanno consentito alla band calabro-siciliana di riflettere sul lavoro di ricerca musicale che svolge da anni sulle musiche di tradizione meridionali e mediterranee. Il Quartetto è formato da: Maurizio Cuzzocrea, Franco Barbanera, Marco Carnemolla, Mario Gulisano. La ricerca espressiva del Quartetto Areasud fonda le sue radici sulla fusione del patrimonio letterario popolare e degli stili espressivi degli strumenti musicali della tradizione siciliana e calabrese, contaminati da suoni mediterranei e contemporanei.

Il CD registrato dalla band catanese vede la presenza di molti ospiti, che ne allargano l'orizzonte espressivo, sia nella scelta degli strumenti musicali, sia nella provenienza stilistica. Dalla voce del palestinese Faisal Taher, dall'organetto di Mario Salvi e dal flauto di Michel Balatti giungono suggestioni che collocano i brani nel contesto della world music. Gli archi di Roberta Bullace e Ricardo Urbina e la chitarra di Rosario Le Piane confermano l'intima relazione tra tradizione colta e orale che è caratteristica della musica italiana.

Le percussioni di Riccardo Gerbino e Enrico Grassi Bertazzi esaltano la vitalità ritmica delle serenate. Le corde acustiche e elettriche di Carmelo Siciliano e Daniele Coco arricchiscono il percorso sonore tra oriente e occidente. Completa il panorama degli ospiti la registrazione originale della ninna nanna di Nada Roberti che si fonde con il suono della zampogna, rappresentando la sintesi del rapporto tra tradizione e futuro.