Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica PopoIare ltaIiana

Chiama

Chiudi

Notice: Undefined variable: errore in /opt/web/mpi/wp-content/themes/flatmagazine/partials/single/single-eventi.php on line 2

Notice: Undefined index: success in /opt/web/mpi/wp-content/themes/flatmagazine/partials/single/single-eventi.php on line 7

PopulAlma e Grande Orchestra Occitana @ Laigueglia (SV)

Artista:
PopulAlma e Grande Orchestra Occitana
Sito ufficiale:
https://www.facebook.com/events/1344124109252030
Data e orario:
Data: da 11/10/2020
Location:
Città:
Laigueglia (SV)
[social_share_button]

[like]

Liguria

Info

PopulAlma e Grande Orchestra Occitana @ Laigueglia (SV)

“Dove andiamo, dunque? Sempre verso casa. Il viaggio” è il tema della nona edizione de “Il Salto dell’Acciuga”, manifestazione organizzata da Comune e Associazione Turistica Pro Loco che il 10 e 11 ottobre riproporrà l’incontro fra terra e mare, con la rinnovata Via del Sale, che unisce da sempre Liguria e Piemonte attraverso iniziative culturali, mostre, enogastronomia e prodotti del territorio, associazionismo, musica, poesia, letteratura e molto altro.

Il Salto dell’Acciuga” non sarebbe tale se la musica popolare non fosse al centro del suo viaggio. Infatti si comincia sabato con “Viaggio nel SudItalia”, concerto itinerante di musica popolare dei PopulAlma, gruppo di musica etnopopolare nato in Toscana dall’incontro di musicisti provenienti da varie regioni del Centro e del Mezzogiorno italiani. Nel pomeriggio i PopulAlma offriranno al pubblico due workshop gratuiti di tamburello e pizzica con Filomena Franco e Denise Di Maria. Il clou alle 21:30 in piazza Guglielmo Marconi con il concerto “Nun esisti Razza”.

Il loro progetto si propone di tramandare canti e musiche della tradizione popolare italiana: la diversa provenienza artistica dei componenti permette di creare sfumature colorite e vivaci con una ricca rivisitazione della tradizione e un repertorio ampio in cui primeggiano pizziche salentine, tammorriate campane, tarantelle siciliane e calabresi, salterello abruzzese.

Domenica tornerà alla Grande Orchestra Occitana con gli allievi della scuola di musica popolare occitana del maestro Sergio Berardo, anima dei Lou Dalfin, che si esibiranno a mezzogiorno in tutto il centro storico come marching band e nel pomeriggio dal palco di piazza Marconi in un concerto di musiche franco-occitane.