Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica PopoIare ltaIiana

Chiama

Chiudi

Notice: Undefined variable: errore in /opt/web/mpi/wp-content/themes/flatmagazine/partials/single/single-eventi.php on line 2

Notice: Undefined index: success in /opt/web/mpi/wp-content/themes/flatmagazine/partials/single/single-eventi.php on line 7

Cinque storie in musica tra folk, tradizioni e world music nel progetto Summertime

Artista:
Sito ufficiale:
Data e orario:
Data: da 24/07/2021 a 17/08/2021 | 20:30
Location:
Giardino del Muse
Città:
Trento
[social_share_button]

[like]

Trentino Alto Adige

Info

Cinque storie in musica tra folk, tradizioni e world music nel progetto Summertime

Alla ricerca di fresche e stimolanti vibrazioni sonore e con l’intento di cogliere le trasformazioni più avvincenti della cultura musicale contemporanea, la prima edizione di questa rassegna promossa dalla Società Filarmonica di Trento in collaborazione con il Muse–Museo delle scienze nell’ambito del progetto estivo Summertime, propone un itinerario sonoro dedicato al folk, alle tradizioni, alla world music, facendo della creatività il presupposto fondamentale per un vivace dialogo tra i generi musicali.

Cinque storie in musica diverse tra loro, in cui locale e globale si intrecciano, adatte a scoprire nuovi talenti e a soddisfare molte curiosità del pubblico. La rassegna ha inizio sabato 24 luglio (20.30, Giardino del Muse) nell’ambito della serata dedicata alle Dolomiti patrimonio mondiale Unesco. Un dialogo tra esperti, studiosi, artisti e musicisti, che vedrà la partecipazione del cantautore friulano Loris Vescovo, vincitore della Targa Tenco nel 2014 e in uscita con un nuovo album dal titolo Adalt che contiene una serie di riflessioni in musica sulle diverse declinazione del tema altezza.

Il 3 agosto (ore 21.30, Giardino del Muse) Maria Mazzotta, voce salentina di prima grandezza, accompagnata dalla fisarmonica di Vince Abbracciante, interpreterà il suo Amoreamaro, un’intensa e appassionata riflessione, dal punto di vista femminile, sui vari volti dell'amore: da quello grande, disperato e tenerissimo a quello malato, possessivo e abusato.

Un variegato e affascinante mondo vocale, tra brani della tradizione pugliese e più in generale del Meridione d’Italia, canzone d’autore e nuove composizioni. Il 10 agosto (ore 21.30, Giardino del Muse) Beppe Gambetta, chitarrista acustico con una lunga carriera tra i big del folk nordamericano, incontra in una serata unica ed esclusiva un giovane talento trentino, Francesco Mosna, anche lui formatosi alle tecniche del finger style e flat picking, seguendo le ormai dei grandi maestri del blues e del bluegrass. E’ l’incontro tra due generazioni di musicisti e mantiene la forma consueta del racconto e del diario di viaggio che tocca partenze, ritorni, luoghi, il vissuto, gli insegnamenti dei padri, amore, malinconia e tanto altro.

Il 17 agosto (ore 21.30, Giardino del MUSE) i fiamminghi WÖR, quintetto dal groove contagioso e potente, nominati quest’anno miglior band live in Belgio, faranno rivivere in chiave moderna manoscritti provenienti dalle Fiandre del XVIII secolo, per testimoniare che la memoria è vitale e fruttuosa.

Nelle sedi periferiche Muse saranno di scena, in tre date (7.8 - Palafitte di Ledro; 8.8 - Giardino botanico alpino Viote; 25.8 - Bellamonte. Ore 21.30), due giovani musicisti trentini di formazione classica: Saverio Gabrielli al violino e Lorenzo Bernardi alla chitarra. Presentano un nuovo album dedicato a due grandi italiani che si sono fatti onore a Vienna per il grande talento: Nicolò Paganini e Mauro Giuliani.

Il programma si completa con una digressione verso la musica popolare, da un cenno alla Cavalleria Rusticana ad un omaggio al padre del nuovo tango argentino, Astor Piazzolla, di cui ricorre quest’anno il centenario della nascita. Tutti gli eventi sono ad ingresso libero su prenotazione online o in loco la sera stessa, fino ad esaurimento posti disponibili.