Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica PopoIare ltaIiana

Chiama

Chiudi

Tazenda: il gruppo che ha portato la musica tradizionale e la lingua sarda al grande pubblico

  • Array

Tazenda: il gruppo che ha portato la musica tradizionale e la lingua sarda al grande pubblico   All’inizio degli anni 90, i Tazenda hanno portato la musica popolare sarda al grande pubblico: nati nel 1988 su iniziativa di Gino Marielli, Gigi Camedda e Andrea Parodi, uniscono strumenti rock come la tastiera e le chitarre elettriche a quelli tradizionali della Sardegna. Cantano in italiano, ma soprattutto in lingua sarda logudorese, ben difficile da capire per chi non è dell’isola. A contraddistinguerli…
Continua ⇒

“Preghieras” un viaggio nella storia e nella religiosità popolare di Baunei

  • Array

“Preghieras” un viaggio nella storia e nella religiosità popolare di Baunei   Si chiama “Preghieras” ed è un viaggio nella storia, nella cultura e nella religiosità di Baunei, diocesi di Lanusei, nell’Ogliastra, costa centro-orientale della Sardegna. Il tutto raccolto e raccontato in un libro, in un cd musicale e presentato dalla viva voce degli anziani della comunità del piccolo centro sardo che così consegnano alle generazioni future una vasta gamma di preghiere, canti e versi appartenente alla tradizione locale. Il…
Continua ⇒

Tra Sardo e Profano, IV edizione del Festival nel segno della musica popolare

  • Array

Tra Sardo e Profano, IV edizione del Festival nel segno della musica popolare “Tra Sardo e Profano” dal 13 luglio al 10 agosto su Ejatv andrà in onda la prima parte della IV edizione del Festival che unisce tradizione e innovazione nel segno della musica popolare Il Festival “Tra sardo e profano”, organizzato dall’Associazione Culturale Symponia, sotto la direzione artistica di Enrico Picchiri, è giunto alla sua quarta edizione. Dal 13 luglio al 10 agosto sarà protagonista ancora una volta la musica popolare del mondo. Grazie alla collaborazione con Ejatv, per far fronte alle restrizioni dovute al COVID-19,  il festival si presenterà in una nuova veste televisiva, attraverso un format di musica e racconti condotto da Jonathan della Marianna e Tore Cubeddu in onda per 5 settimane ogni lunedì alle 21 sul canale 172 del digitale terrestre e sui canali web e social ufficiali della Associazione Culturale Symponia, di Ejatv e di Sardegnaeventi24.it. Ospiti della Prima puntata di questa edizione saranno il Maestro Orlando Mascia, che racconterà del rapporto tra maestro-allievo,  della trasmissione delle conoscenze alle nuove generazioni, della sua sorprendente collezione di strumenti popolari della Sardegna. Seguirà il tema dell’emigrazione con i suonatori di Launeddas Matteo Muscas e Nicola Diana di Pula, trasferiti rispettivamente a Bergamo e Torino, che descriveranno il loro rapporto con la nuova terra, dove si sono reinventati anche come suonatori di launeddas. Chiuderà la puntata il musicista Gerardo Ferrara, che ha scoperto e scelto la Sardegna come nuova casa per le sua arte e le sue produzioni. Tra gli ospiti delle puntate successive il musicista siciliano Davide Campisi, gli spagnoli Alfonso Diez Ausin con la contradanza, Miguel Ramalleira Gonzales con la Gaita, Marc Aurelio, ballerino di flamenco, il gruppo “Armonica” con le loro sonorità orientali e il trio Abbarabbìs di Piero Pacione, dalla Lucania; Tania Syrovezhkina suonatrice di Salterio, il chitarrista-autore Andrea Congia, il chitarrista Ignazio Cadeddu, Paride Peddio col suo organetto, Bruno e Asael Camedda da Musei e Battista Dagnino da Carloforte. Tra Sardo e Profano – Oltre il Mare e la Sardegna è organizzato dall’Associazione Culturale Symponia  con il contributo del Comune di Cagliari, della Regione Autonoma della Sardegna e della Fondazione Banco di Sardegna, e patrocinato dalla Città Metropolitana di Cagliari.  La direzione artistica è di Enrico Picchiri. Partner dell’iniziativa sono Associazione Casa Saddi, La Bottega delle Arti, “Tra parole e Musica – Casa di Suoni e Racconti”, Brinc@mus, Sardinia Archeo Festival, Associazione culturale Onlus Itzokor, Associazione musicale Picchiadas, Associazione culturale Pirri antiche storie del mio Paese, Associazione Machapu, Associazione Miele Amaro il Circolo dei Lettori, Street Book,  Assoraider Cagliari 24 Pellicano del Cimone. Tazenda: il gruppo che ha portato la musica tradizionale e la lingua sarda al grande pubblico Tazenda: il…
Continua ⇒

Mare e Miniere, per la XIII edizione un programma speciale in conformità con le disposizioni

  • Array

Mare e Miniere, per la XIII edizione un programma speciale in conformità con le disposizioni Al via la XIII Edizione di Mare e Miniere con un ricco programma di concerti ed eventi dal vivo. A giugno una serie di incontri formativi online con gli allievi delle precedenti edizioni.  Rinviati a settembre i seminari e le master class. MARE E MINIERE 2020 13° EDIZIONE Annunciata la prima del festival, il 28 giugno, con Muidas, un’imperdibile concerto piano solo di Rita Marcotulli,…
Continua ⇒

Olbia Folk Ensemble: un collage di voci da casa – S’indattaraiu

  • Array

Olbia Folk Ensemble: un collage di voci da casa – S’indattaraiu   Molti artisti musicali locali si sono organizzati per trasmettere la loro musica a casa. Anche il gruppo Olbia Folk Ensemble, conosciuto in città per il loro canto tradizionale, ha deciso di emozionare il pubblico a domicilio. La band Olbia Folk Ensemble nasce nel 2008, da cinque amici appassionati di canto sardo di Olbia e della Gallura, con esperienza canora trentennale. “Ci esibiamo nelle festività come s’Iscraventu e San Simplicio che purtroppo…
Continua ⇒

Ballu Alligru Scallepranesu in tempu de quarantena – Gruppo Folk San Sebastiano

  • Array

Ballu Alligru Scallepranesu in tempu de quarantena – Gruppo Folk San Sebastiano     In tempi di quarantena, in cui tutto si è fermato, comprese feste e manifestazioni, i ragazzi del corpo di ballo del gruppo folk San Sebastiano di Escalaplano, con la presidente del sodalizio Gloria Congiu, hanno voluto omaggiare la nostra Sardegna con un ballo “cabillu”, suonato dall’organettista Luca Secci di San Vito. Il ballo, intitolato “Ballu Alligru Scallepranesu in tempu de quarantena”, è un messaggio di speranza per…
Continua ⇒

Su binti de Maju – Pastoralismo in Sardegna ieri e oggi

  • Array

Su binti de Maju – Pastoralismo in Sardegna ieri e oggi Il 20 maggio tutti i pastori orgolesi rientravano dalla transumanza invernale trascorsa nelle pianure. Era un giorno di festa perché dopo diversi mesi – avevano lasciato Orgosolo a fine novembre – potevano finalmente rientrare al loro paese e riabbracciare i loro cari. In custa die nòida il latte munto veniva regalato a parenti, amici, vicini e a chi ne aveva bisogno. Partendo dal rituale del rientro della transumanza Banne Sio traccerà un…
Continua ⇒

Gli abiti tradizionali sardi strumento di conoscenza delle proprie radici

  • Array

Gli abiti tradizionali sardi strumento di conoscenza delle proprie radici Indossare un abito tradizionale sardo vuol dire avere le proprie radici cucite addosso. È un modo per riscoprire la propria identità misurandola su se stessi, facendola abitare nell’animo. Questo viaggio nel passato serve ad attualizzare un messaggio, renderlo strumento di conoscenza storica. Non è un caso che diversi ricercatori, molti dei quali giovani, abbiano voluto studiare la materia, con scrupolo e grande impatto emotivo. ORUNE – Giuliana Pittalis, 40 anni, insegnante…
Continua ⇒