Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica PopoIare ltaIiana

Chiama

Chiudi

La storia del Canzoniere del Lazio in un libro

La storia del Canzoniere del Lazio in un libro

 

"Riprendiamoci la Musica" è dedicato a un gruppo che ha avuto il merito di portare la musica popolare al grande pubblico, già negli anni 70: il Canzoniere del Lazio. Il ponderoso volume è pubblicato da Jacobelli Editore e a scriverlo è stato Gerardo Casiello che con grande dedizione ha realizzato un'opera che dimostra la passione di un personaggio poliedrico, non solo musicista e compositore, ma anche scrittore. Il libro racconta, incrociando approfondite interviste ai protagonisti, l’esperienza artistica del Canzoniere, che prende vita dalle voci di tutti i membri che negli anni hanno fatto parte del gruppo.

Gerardo Casiello, autore del libro: "La mia ricerca sulla musica popolare - spiega Gerardo Casiello -, parte dall’organetto diatonico, strumento che nella mia famiglia era suonato da mio nonno e che da sempre ha suscitato in me un forte interesse. Provengo da un paese della provincia di Benevento, dove si suonava e si ballava sempre. Sono cresciuto con i racconti dei miei genitori, questa formazione molto naturale e spontanea, ha influenzato i miei studi accademici; quando mi trasferii a Roma per frequentare la facoltà di Lettere moderne, con indirizzo etnomusicologico, incontrai il professor Giannattasio, membro storico del Canzoniere del Lazio del quale io era fan già in giovanissima età, conoscevo i brani del loro primo album e per me si trattò della classica “chiusura del cerchio”, dal momento che Giannattasio ebbe il merito di traghettare l’uso dell’organetto diatonico, dalla musica popolare alla sperimentazione. Questo fece ulteriormente aumentare il mio interesse nei confronti del gruppo. Giannattasio ha anche prodotto alcuni miei lavori musicali; grazie a lui sono entrato in contatto con la cerchia del Canzoniere del Lazio, quindi ho potuto ampliare i miei orizzonti ed appassionarmi ancora di più alla sperimentazione. Il libro prende a pretesto la storia del Canzoniere del Lazio, per raccontare anche l’Italia degli anni ‘70 e l’impegno dei giovani in ambito musicale, ma anche sociale e quindi politico, quando molti credevano, anche attraverso la musica, di poter cambiare il mondo".







[social_share_button]