Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica PopoIare ltaIiana

Chiama

Chiudi

E' online il n. 561 di Blogfoolk

Link:
https://www.blogfoolk.com/2022/07/numero-561-del-28-luglio-2022.html
Data scadenza:
Contatto:
Salvatore Esposito - Direttore Editoriale di www.blogfoolk.com
E-mail:
blogfoolkATgmailDOTcom
Telefono:
Area
World
Nome scuola:
Blogfoolk
Sito ufficiale o Facebook:
www.blogfoolk.com
Indirizzo sede principale:
Roma
Indirizzo sede secondaria:
Caserta
Contatti (mail o telefono):
Registrati per votare


[social_share_button]

Questa settimana è in copertina “Jinn” di Alberto N.A. Turra (chitarra elettrica) e Peppe Frana (‘ūd). Di questo inusitato incontro ci dicono tutto direttamente questi due artisti multiformi e non convenzionali. Ci mettiamo sulla rotta mediterranea con “The Dream of Ibn Hamdis” dello Shuluq Ensemble. Trovate poi la recensione di “Are you strong?”, secondo album di Jabil Kanuteh e Marco Zanotti. Proponiamo, quindi, un ricordo del chitarrista maliano Sory Bamba, recentemente scomparso. Segue la seconda parte di “Deep Med: tecniche e strumenti migranti. La tradizione nel moderno” di Luigi Cinque. Dalla Ciociaria, eccovi “Stornelli a Pandemia. Live” dei i I Trillanti. Sul poeta e cantante francese Gaston Couté (1880-1911), noto per i suoi testi anarchici e anti-militaristi, scrive Flavio Poltronieri. Per la pagina della musica live, c’è il report dall’edizione 2022 di Umbria Jazz. Da non perdere l’album “Ritmico Non Ritmico” di Max Fuschetto. Corzani Airlines presenta John Scofield, live alla Casa del Jazz. Ricordiamo Vittorio De Scalzi, raffinato musicista, cantautore genovese, fondatore dei New Trolls, scomparso il 22 luglio a Roma all’età di settantadue anni. Nella memoria resta tanta musica, cristallizzata nei solchi di “Senza Orario Senza Bandiera”, “Concerto Grosso” e “Quella carezza della sera”, solo per citare alcune delle pagine straordinarie, consegnate alla storia della canzone d’autore italiana e al prog-rock. Da ultimo, condividiamo anche un’altra perdita: il 17 luglio, a L’Avana, se n’è andato all’età di settantacinque anni. il pianista e compositore Cesar Ped-roso. Conosciuto come “Pupy”, aveva suonato con Emilio Revé e il Conjunto Bolero, per poi fondare con Juan Formell, nel 1969, i Los Van Van, orchestra vera ambasciatrice della musica cubana nel mondo. Ha scritto alcuni brani molto popolari dei Los Van Van, tra cui “Calla Calla” e “Seis Semanasa”. Più recentemente aveva dato vita a Pupy y los Que Son Son.