Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica PopoIare ltaIiana

Chiama

Chiudi

E' online il n.462 di Blogfoolk

Link:
https://www.blogfoolk.com/2020/07/numero-462-del-10-luglio-2020.html
Data scadenza:
Contatto:
Salvatore Esposito - Direttore Editoriale
E-mail:
blogfoolkATgmailDOTcom
Telefono:
Area
World
Nome scuola:
Blogfoolk
Sito ufficiale o Facebook:
www.blogfoolk.com
Indirizzo sede principale:
Caserta
Indirizzo sede secondaria:
Roma
Contatti (mail o telefono):
Registrati per votare

La copertina del n.462 di #FoolkMagazine suona occitano: “Courenta & Cadillac” è il secondo album dei Teres Aoutes String Band, in cui il quartetto continua a connettere musiche da ballo valligiane e roots music. Abbiamo incontrato la band piemontese nel corso di una recente FoolkNight di presentazione del nuovo disco. Da tutt’altra parte dello Stivale arriva “Troppu Very Well”, il nuovo lavoro di Francesco Giunta, cantautore siciliano fortemente ispirato alla tradizione isolana dei cantastorie. La pagina world music internazionale presenta “Make You Move” degli estoni Trad.Attack!. Quindi troviamo l’affascinante cultura musicale iraniana in “Songs from Lands Of Silence” di Nelia Safaie. Poi tre notevoli album che provengono da parti diverse dell’Africa: da Zanzibar Siti Muharam con “Siti of Unguja: Romance and Revolution on Zanzibar”, “Afropentatonism” è la collaborazione tra il chitarrista desert blues Alhousseini Anivolla & il chitarrista Ethio-jazz Girum Mezmur. Infine c’è “Nemo” di Kadialy Kouyate. La nostra lettura propone “Countin’ the Blues. Donne indomite” di Elisa De Munari, anche lei protagonista di una Foolknight, session on line di parole e musica. Segue la recensione di “Giulia”, nuovo disco del chitarrista siciliano Francesco Cataldo. Ancora sei corde nello scatto di Valerio Corzani, che presenta Juan Carmona, eccellenza del chitarrismo flamenco. Infine, il nostro ricordo accomuna il maestro Ennio Morricone, compositore di fama mondiale, e una delle grandi voci tradizionali sarde, Giovanni Ardu, il “bassu”, del Coro “Su Cuncordu ‘e su Rosario” di Santu Lussurgiu.