Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica PopoIare ltaIiana

Chiama

Chiudi

Mare Maje, nuovo video per il gruppo abruzzese DogsLoveCompany

Mare Maje, nuovo video per il gruppo abruzzese DogsLoveCompany

E' uscito il nuovo videoclip della canzone “Mare Maje” del gruppo abruzzese DogsLoveCompany. Il pezzo anticipa l’uscita del loro nuovo EP per la Kutmusic Records.
Una raccolta di brani popolari, che ruota attorno ad un percorso di studio dedicato alle storie ed i personaggi della musica popolare, nel tentativo di fornire una visione attuale e personale di alcuni dei canti più significativi della nostra terra.
A ciò si lega anche la volontà di recuperare un repertorio appartenente ad un mondo di cui si stanno perdendo le tracce; mondo che sopravviveva grazie alla trasmissione orale degli episodi della vita di tutti i giorni.
Il video, nato con la collaborazione del regista Tiziano Ciccone e il supporto della Sonus Factor di Atessa, è stato girato nel piccolo borgo di Corvara (PE), sottolineando ancora di più il profondo legame con la terra abruzzese.
La tematica di questa canzone, oggi più che mai attuale, è quella del dolore di una donna che, perso il proprio uomo, si ritrova a lottare per sopravvivere nella condizione dura e precaria dei contadini del diciottesimo secolo.

 

Ma chi sono i DogsLoveCompany?
Un nome che viene dal ricordo delle etichette dei 78 giri di una volta, dove un cane sembra cercare compagnia nella musica suonata da un grammofono.
Nasce nel 2000 dal duo Danilo Di Giampaolo/Victor Mazzetta per arrivare alla formazione attuale una folk/pop band formata da cinque musicisti.
Inizialmente, figli del blues del delta, si macchiano, nel tempo, dei canti della loro terra e dei canti di tutte le terre come la loro… sporchi di bevute, di pianti per donne perse ma anche dell’ironia che non li perde mai di vista, arrivano alla loro musica attuale: un “pinocchio fragile” dal cuore blues, le gambe balcaniche e le mani abruzzesi, modellato come solo l’amore e la pazienza di due artigiani san fare.



Tag: