Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica PopoIare ltaIiana

Chiama

Close

L’Ecomuseo del Casentino organizza Sapori d’autunno

L’autunno è ormai inoltrato e ritorna la rassegna autunnale che coinvolge il Pratomagno Casentinese con le tradizioni ed i sapori tipici del periodo. Un’occasione per entrare in contatto con paesaggi e storie di un territorio ricco di fascino. Borghi, mulini, seccatoi, accoglieranno i visitatori nella “stagione della castagna”. Ricco di eventi il programma, tra la fine di questo mese ed il periodo antecedente il Natale. Vediamo le date:

Sabato 31 ottobre a Raggiolo (Ortignano Raggiolo), in uno dei borghi più belli d’Italia, torna la  Festa di castagnatura, quest’anno dedicata al lupo, uno degli animali più affascinanti di questo ecosistema.. Fra le iniziative in programma, alle 14.30 “Wolfe Walde – Il Murder Trekking – La Selva del Lupo nel paese” a cura dell’ass-Yellow Legacy. alle 18.30 “Scopriamo il lupo ” a cura dell’ ass. Amici del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi. Ore 19,30 cena in piazza, e dalle 21 Veglia nel seccatoio. L’iniziativa fa parte del programma 2015 di Festasaggia e prosegue domenica 1. novembre: a pranzo con piatti tipici e nel pomeriggio esposizione di prodotti alimentari ed artigianali locali. Animazione con musica popolare e visita al seccatoio e al mulino, dimostrazioni della pestatura delle castagne con zoccoli e cestone, visita guidata al paese riconosciuto come uno dei borghi più belli d’Italia, animazione per i più piccoli.

Ancora domenica 1. novembre, a Montemignaio “Sagra della Polenta” a cura della Polisportiva Montemignaio. Da mezzogiorno, pranzo e degustazioni con stand gastronomici fino a sera nell’antico castello. Fra i piatti tradizionali oltre alla polenta quelli a base di castagne come il baldino, le brici, e naturalmente il vin brulé. Durante la giornata animazioni ed intrattenimenti in piazza intorno ai caratteristici ceppi incendiati.

Anche a Talla la prima domenica di novembre porta un evento autunnale: è la sagra della castagna e del vin dolce novello. Festa in piazza a partire dalle ore 14, con degustazione di caldarroste, baldino, castagne flambé e vino novello dolce, protagonista dell’iniziativa. Esposizione ed assaggi di prodotti locali: pecorino, miele, castagne. Mercatino del CALCIT a scopi benefici. Animazione per bambini e apertura della Casa Natale di Guido Monaco.

Un’altra “capitale” della castagna è senza dubbio la località di Cetica (Castel San Niccolò). Qui sabato 7 e domenica 8 novembre la Pro Loco I Tre Confini promuove la Festa della castagna, anch’essa compresa nel cartellone di “Festasaggia 2015”. Le altre date delle feste dedicate alle castagne sono poi il 28-29 novembre a Carda (Castel Focognano) e l’8 dicembre a Faltona(Talla).



Tags:

Comments