Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica PopoIare ltaIiana

Chiama

Close

A new cd for Terraròss

A new cd for Terraròss

Terraròss, musicians and minstrels of the low Murgia, born with the aim to propose music but also to rediscover and give value to our traditions, to what was the culture now lost.

From this week it's for sale on Ebay.it and Amazoon.com “Giù al Sud” the fourth record by Terraròss, 18 tracks unpublished and cover, that homage the southern musical tradition and beauties, of a land rich in traditions, colours and music, published by Stranamente Music, whose common theme is a “chep canèl”, the parties in which everybody sing, relate stories.

Questo lavoro, ricco di riferimenti musicali, omaggi, innovazione e tradizioni, è composto da brani e intermezzi, ovvero dialoghi che anticipano le canzoni. Queste, 14 in totale, sono principalmente tarantelle, tamburiate e pizziche, ma non mancano influenze blues, world ed elettroniche. Infatti oltre a strumenti antichi come la lira, uno degli strumenti più antichi d’Italia che ha dato il nome al vecchio conio, una specie di violino piccolo a tre corde e con un suono stridulo ma d’impatto, in “Giù al Sud” sono utilizzati in alcuni brani le tastiere elettroniche e i synth.

Nell’album, in cui sono trattate tematiche come la violenza sulle donne e l’inquinamento, oltre a musiche immancabili proposte con il classico e coinvolgente stile Terraròss, ci sono due omaggi a due grande artisti che hanno contributo allo sviluppo della musica italiana, ovvero a Renato Carosone, con la cover di “O Saracin” e a Domenico Modugno con il nuovo arrangiamento di una sua pizzica poco noto ai più, “Tambureddu”. Molti sono anche i riferimenti agli anni ’70 e ‘80, tra cui il richiamo a YMCA di “I.L.V.A. (Istituzione Legale Vergogna Ambientale)”, primo estratto del disco e quello al celebre motivetto di Pierino, tradizionale figura di molte barzellette italiane, interpretato da Alvaro Vitali, nella canzone “Flon”. Guardando alle tradizione meridionale, si è scelto di dare spazio anche alla musica neomelodica napoletana con “È bella la signora” e al Griko, lingua della Grecia salentina con “Kalinifta”.

Dal 10 giugno l’album sarà disponibile anche su iTunes.



Tags:

Comments