Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica PopoIare ltaIiana

Chiama

Close

Tour in France for Tarantula Garganica

They will be "Tarantelle del Gargano's ambassadors” in France: from 13 to 17 april 2016 Tarantula Garganica – the folk group from gargano – will perform in Parigi and in Angers. Born in 2002 Tarantula Garganica already commend several shows outside the national borders: from England to Spain, from Portugal to Belgium, from Germany to Canada.

On April 2016 the comeback to France. And it is actually here that the rythm and the sounds of Tarantelle del Gargano will resound from 13 to 17 april 2016: on wednesday 13 aprile great date among the cultural “FIAP – Jean Monnet”, a symbolic place in the artists' neighborhood. On Saturday 16 april a date in the Unesco City of Angers with the performance at Joker’s Pub. On sunday 17 april the last tournèe date again in Paris among the Association “Les Arts Vivaces”..

La tournèe “Le Tarantelle del Gargano” è organizzata da Studio1 e dall’Associazione culturale “Museca” in collaborazione con Puglia Sounds nell’ambito del progetto “Programmazione Puglia Sounds Export 2016”.

Il gruppo Tarantula Garganica – composto da Peppe Totaro (voce e chitarra classica), Marta Dell’Anno (violino e voce), Luigi Guerra (chitarra battente), Andrea Stuppiello (tammorra e percussioni) e la ballerina Carmela Taronna – ha all’attivo ben 4 album: “Sope a na muntagne”, “Quelle strette vie del Sud”, “Chi non capisce l’amore abbastanza” e “ ‘Nda nu litte d’amore”

Dal 2008, inoltre, inizia la collaborazione con i Cantori di Monte Sant’Angelo con i quali hanno realizzato altri tre lavori discografici: “All’use antiche”, “ ‘Nfanne ‘Nfanne " ed un libro-cd in ricordo del cantore di Monte Sant’Angelo, Michele Totaro “Ciucquette”.
La riscoperta e la valorizzazione dei canti, delle poesie, dei balli, di una cultura e di tradizioni lontane che appartengono al Gargano, sono alla base del “viaggio tra musica e poesia popolare” che i Tarantula Garganica ripropongono nei loro brani.



Tags:

Comments