Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica PopoIare ltaIiana

Chiama

Close

Un nome, una canzone – Dedica a Linda

Un nome, una canzone - Dedica a Linda

 

 

Linda è un nome usato soprattutto a partire dal XIX secolo, che rappresenta la forma abbreviata di svariati altri nomi che terminano in -linda, la maggioranza dei quali di origine germanica, contenente l'elemento linde (o lindi, "soffice", "tenero"), o anche lind (o linde, "serpente", "drago") o lint ("tiglio"), ad esempio Teodolinda, Belinda, Adelinda, Ermelinda e Rosalinda, ma anche altri quali Melinda e Olinda.

Viene accostato per etimologia popolare all'italiano "linda" ("pulita", "splendente"), nonché allo spagnolo linda ("graziosa", "bella").

Il nome è usato nella forma Linda in numerose lingue; la sua somiglianza al nome Lindsay portò quest'ultimo, negli anni 1970, ad essere usato più al femminile che al maschile. Il nome è anche portato da un personaggio della mitologia ugro-finnica madre di Kalevipoeg.

Balla Linda di Lucio Battisti racconta la storia di chi cerca di ritrovare l'amore negli occhi e nei gesti di Linda, paragonandola alla donna di prima. Con Balla Linda partecipa al Cantagiro, dove si classifica al quarto posto, entrando per la prima volta, con una canzone da lui interpretata, in hit parade; la canzone, in una versione in inglese intitolata Bella Linda, otterrà, eseguita dai Grassroots, un notevole successo negli Stati Uniti, piazzandosi al numero 28 della classifica di Billboard.

In Linda dei Pooh invece il messaggio è chiaro: "ho una donna in mente e non sei tu". I Pooh lo fanno non senza l’eleganza caratteristica delle tipiche frasi da due di picche: fanno aprire l’avversario blandendolo con dei complimenti e poi partono con l’affondo.



Tags:

Comments