Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica Popolare Italiana

Chiama

Close

I Musicisti del Basso Lazio ad Aquinum chiudono la campagna di scavi

I Musicisti del Basso Lazio ad Aquinum chiudono la campagna di scavi

Domenica 30 luglio 2017 concerto di musica etnica degli MBL (Musicisti Basso Lazio di Benedetto Vecchio) in occasione dell’Open day IX campagna di scavi presso “Aquinum” .
Sinergie con il Comune di Castrocielo, l’Università del Salento e la Soprintendenza ai Beni archeologici di Frosinone, Latina e Rieti

Gli open day del 28-29 e 30 luglio presso il sito archeologico di Aquinum, nel territorio di Castrocielo (FR) a pochi passi dal casello autostradale omonimo dell’Autosole, rappresentano una interessante occasione per favorire la conoscenza e riappropriazione del patrimonio culturale e della storia di un popolo e di un territorio. Si è conclusa infatti la IX campagna di scavi archeologici, realizzata in sinergia tra l’Università del Salento e la Soprintendenza ai Beni archeologici di Frosinone, Latina e Rieti, gruppi di volontari e la comunità locale che sta riportando alla luce una città romana incomparabile e perfettamente conservata. Per illustrare le sensazionali scoperte dell’ultimo ciclo di scavi, è stata pianificata una serie di eventi per un percorso di coinvolgimento del pubblico che culminerà domenica 30 luglio con il concerto di musica etnica degli MBL, i Musicisti Basso Lazio di Benedetto Vecchio, rappresentanti a pieno titolo dell’identità culturale del Lazio meridionale e partner in questo processo di partecipazione e condivisione della cultura.
Nello scenario suggestivo delI’antica Aquinum, riecheggeranno i suoni della tradizione agro-pastorale con la celestiale zampogna di Marco Iamele, per l’occasione insieme alla band e la ciaramella blues di Gianni Perilli, che si fonderanno con le musiche originali di repertorio degli MBL, a cui si aggiungerà il pianoforte di Americo Marinelli e le suggestioni della parola recitata. L’atmosfera di grande impatto emotivo culminerà sulle note del violoncello del maestro Erasmo Petringa, ospite d’eccezione, per esplodere nell’energia dirompente di un vero e proprio saturnale, che gli MBL alimenteranno a suon di sfrenati saltarelli ed autoctone ballarelle e quindi con il ritmo della taranta, declinato in tammuriate, pizziche e tarantelle, coinvolgendo nella danza il pubblico presente.



Tags: