Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica Popolare Italiana

Chiama

Close

L’ Orchestra Matterella lavora al nuovo progetto “Questi sono affari nostri”

L' Orchestra Matterella lavora al nuovo progetto "Questi sono affari nostri"

Per l’Orchestra Matterella si prevede un anno di enorme ed intenso lavoro. Stanno lavorando ad un nuovo album che si chiamerà ‘‘Questi sono affari nostri’’: sound e idee sono stati rinnovati con l’idea di creare una visione più alternativa, forse più folk-rock. La band sempre molto aperta all’influenza e all’amalgama di molti stili musicali come la musica latina, il rock, il jazz, il folk, e lo ska reggae si impegna ormai da due anni dalla formazione a creare e comporre nello stile preferito.
Non c’è un idea di stile fissa, le contaminazioni di qualsiasi tipo sono sempre ben accette.

Il nuovo video-brano, “Carina”, girato ed editato dal video-maker professionista Andrea Bastogi, è stato presentato online venerdì 27 gennaio.

L’ Orchestra Matterella nasce nella primavera del 2014 grazie ad un fortuito incontro con una pennetta usb caduta nelle tasche di un valente batterista che la fece ascoltare non troppo casualmente al suo vecchio padre contrabbassista.
La pennetta conteneva i germogli dei tutte le sue future musiche in forma di basi mal registrate da Fabio Scherani che è diventato l’ autore di tutte le canzoni. Dopo un ascolto attento si è creato un moto di entusiasmo e Fabio Scherani (voce, violino, ukulele, armoniche e pianoforte), Tommaso Niccolai (batteria e percussioni), Massimo Niccolai (contrabbasso, basso elettrico e ukulele basso) si misero alla ricerca di un valido chitarrista che fu presto trovato nella persona di Amedeo Monda (Chitarra Classica).

Un misto di pizzica, ritmi latini e rock come si suonava una volta in un’atmosfera acustica in cui il violino balcanizza. Inoltre la voce matura di Fabio, dolce e graffiante allo stesso tempo, rende le canzoni cariche di umanità. I testi sono in parte scritti e in parte improvvisati e parlano di vita, quella di tutti e quella dei sogni di tutti.



Tags: