Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica Popolare Italiana

Chiama

Close

Natale e le Poesie in dialetto friulano

Natale e le Poesie in dialetto friulano

Si avvicina il Natale, e tra le tante tradizioni regionali tipiche di questo periodo ci sono certamente le poesie in dialetto, segno di una tradizione orale che nei momenti di festa si fa più viva che mai.

Iniziamo il viaggio attraverso i componimenti poetici natalizi della nostra penisola, dal Friuli Venezia Giulia:

Aga santa dai Tres Res Aga santa dai Tres Res/ jo ti buti ta chest cjamp/ jo ti buti ta chest ciavés,/ il Signòr va cjalant/ e il demoni va scjampant/ Pari, Fili, Spirtu Sant!

Traduzione Acqua santa dei Tre Re/ io ti butto in questo campo/ fino al punto più lontano/ il Signore va guardando/ il demonio va fuggendo/ Padre, Figlio, Spirito Santo!

 

natale-in-friuli

 La nona ha tolto dal cain -

La nona ha tolto dal cain
el pesse pel boreto, za netao:
tre cavasteli, un bisato spacao
e dopo un rombo che xe pesse fin.
Nel laveso de tera za l'uliva
co' do spighi de l'agio sacrosanto;
cò l'agio s'ha brusato nel pianto
de l'ogio coldo, el pesse gera a riva.
Meso goto d'àseo in zonta a l'ogio
d'aqua un bicier, 'na covolada
e za prima che la rivessa al bogio
pévere e sal, apena 'na scrolada.
Alora el pare feva la polenta
a fiama viva soto la caldiera,
una cotura misuragia e lenta,
el rito più solene de la terra.

Traduzione
La nonna ha preso fuori dal catino
il pesce per il brodetto, già nettato:
tre cefali, un' anguilla tagliata a pezzi
e poi un rombo che è pesce fine.
Nella pentola di coccio, già l'olio
con due spicchi d'aglio sacrosanto;
quando l'aglio s'era bruciato nel pianto
dell'olio caldo, era la volta del pesce.
Mezzo bicchiere d'aceto in aggiunta all'olio,
un bicchiere d'acqua, un cuocere lento
e già prima che arrivasse a bollore
pepe e sale, giusto una spolverata.
Mio padre allora faceva la polenta
a fiamma viva sotto il paiolo,
.una cottura lenta e misurata,
il rito più solenne della terra.



Tags: