Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica Popolare Italiana

Chiama

Close

Festival Popolare del Baobab premiato al MEI

Prestigioso riconoscimento per il Festival Popolare italiano del Baobab di Roma: Stefano Saletti, direttore artistico della rassegna, verrà premiato per "il format originale e la valorizzazione di nuovi artisti, nuovi generi e stili musicali e di tutto il movimento musicale".

La premiazione avverrà a Faenza, sabato 3 ottobre al MEI 2015, la kermesse della musica indipendente ed emergente più importante in Italia. Svoltosi al Centro Culturale Baobab di Roma da febbraio a maggio 2015, un luogo che nasce come centro di accoglienza per migranti e rifugiati, il Festival totalmente autoprodotto ha ottenuto un grande consenso di pubblico e ha permesso l’incontro e l’incrocio tra diverse musiche, etnie e culture, come è nel Dna del Baobab, oggi crocevia di uomini in viaggio verso una nuova speranza, portando a Roma un appuntamento stabile con la migliore tradizione popolare delle nostre terre.

“Sono stati quattro mesi di musica popolare italiana dedicati a Canti e corde, mantici e ottoni – spiega Saletti - che hanno dimostrato che si può fare accoglienza e integrazione proprio in nome della musica e della cultura. Si è creato uno spazio per la musica popolare che prima non esisteva, ed è emblematico che sia stato fatto in un centro di accoglienza. Appena saranno superati i problemi che sta vivendo il Baobab metteremo in piedi una seconda edizione ancora più ricca di proposte”.

"Adesso il Baobab sta vivendo un momento di difficoltà - spiega Daniel Zagghay responsabile del Centro - perché da maggio stiamo facendo fronte con tutte le nostre forze e il grande aiuto dei volontari e dei cittadini romani, all’emergenza dei rifugiati. Ma anche grazie al Festival e ai tanti musicisti che sono passati di qui la città si è stretta attorno a noi dandoci sostegno e permettendoci di superare i momenti più critici".



Tags: