Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica PopoIare ltaIiana

Chiama

Chiudi

Vorianova: il gruppo dialettale siciliano presenta il nuovo album “Pàrtiri”

Vorianova: il gruppo dialettale siciliano presenta il nuovo album "Pàrtiri"

 

 

 

I Vorianova hanno presentato live, nella loro Palermo, il loro ultimo album dal Titolo “Pàrtiri” (Isola Tobia Label). Sul palco: Biagio Di Gesaro (voce), Luca Di Martino (chitarre), Alessandra Macellaro La Franca (pianoforte e synth), Romina Denaro (basso elettrico e contrabbasso), Fabrizio Pezzino (batteria), con la partecipazione di: Marta Arcodia al clarinetto, Mariangela Lampasona e Girolamo Lampasona al violino, Riccardo Botta alla viola e Giorgio Garofalo al violoncello.

Canzone d’autore dialettale siciliana, echi di folk d’Oltreoceano, prog e classica contemporanea, il tutto con una decisiva impronta mediterranea. E’ “Pàrtiri”, il nuovo album dei Vorianova, band siciliana originaria di Isnello, un comune di 1500 abitanti in provincia di Palermo che fa parte del parco delle Madonie.

Il loro nome prende origine dalla parola “voria” che vuol dire vento. Un vento nuovo nella canzone dialettale che prende dalle tradizioni per soffiare altrove. I loro brani, infatti, fondono i sapori e le atmosfere della Sicilia più interna ed eterna, quella che viaggia tra passato e presente, con sonorità che poco hanno a che vedere con la musica da “cartolina” dando vita ad un vero e proprio filone contemporaneo di “chanson à texte” in lingua dialettale.

Quello dei Vorianova è un disco che possiamo definire “world”, che fa della ricerca dei suoni il suo tratto distintivo. “Pàrtiri” parla del dare vita a qualcosa, sia esso un viaggio, un nuovo amore, una nuova occasione; del coraggio di cambiare un destino e riscriverlo attraverso ciò che si incontrerà in questo cammino. Si parte per cercare risposte, per conoscere se stessi, per ritrovarsi alla fine del viaggio, che in realtà non è mai la fine ma una nuova partenza.

L’album è composto da undici tracce inedite i cui testi portano la firma di Biagio Di Gesaro e Luca Di Martino, autore anche delle musiche. Gli arrangiamenti, invece, sono dell’intera band, ad eccezione di “Affaccia cori miu” sul quale ha lavorato Alberto Maniaci.

"La me terra" è un brano ”world” con echi di prog e di folk americano ma con una decisiva impronta mediterranea. E’ una struggente e dolorosa dichiarazione d’amore alla Sicilia, alla sua indiscussa bellezza spesso annientata da chi non la ama. Una terra da cui spesso si deve andar via per cercare altrove quello che lei non riesce a darti. Anche se chi va via spesso non riesce a starne lontano perché solo lì trovi quello che cercavi altrove, paradiso e follia.







Commenta