Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica PopoIare ltaIiana

Chiama

Chiudi

Mi ricordo e canto: il libro e il concorso per i canti del ’68 legati al lavoro

Mi ricordo e canto: il libro e il concorso per i canti del '68 legati al lavoro

Dal volume di Giulia Giannini appena uscito (coedizione Ediesse-Liberetà) emerge il ricco panorama storico e tematico delle canzoni legate al lavoro scritte dalla fine dell'Ottocento fino agli anni settanta del Novecento.

 

 

Il volume “Mi ricordo e canto” di Giulia Giannini, in coedizione fra Ediesse e Liberetà,  è legato al concorso per la più bella canzone degli anni 1968-1970. Il libro contiene infatti un’importante raccolta di canti legati al lavoro e alle lotte cui attingere per la propria scelta personale

68: mi ricordo e canto”. È il titolo del concorso per la più bella canzone di lavoro e di lotta eseguita (non necessariamente scritta) in occasione del biennio 1968-1969, passato alla storia come “il secondo biennio rosso” italiano. Promotori dell’iniziativa, nata con l’intento di celebrare il 50esimo anniversario del Sessantotto, sono Rassegna SindacaleRadioArticolo1 e la casa editrice Ediesse, forti della convinzione che – assieme agli eventi finiti sulle prime pagine dei giornali, dalle occupazioni delle aule universitarie agli scontri di piazza – anche le canzoni consentono di raccontare con un’efficacia spesso sottovalutata lo spirito di un’epoca.

Non una mera operazione nostalgia, dunque, ma la consapevolezza che grazie all’ascolto (o al riascolto) della colonna sonora del 1968-69 è possibile, pur se in minima parte, tener viva la memoria di quegli avvenimenti e di quegli anni.

 

Così da “Valle Giulia” di Paolo Pietrangeli, ispirata dagli avvenimenti del 1° marzo 1968 presso la facoltà romana di Architettura, passando per “A Porto Marghera” di Gualtiero Bertelli, sulle lotte degli operai del petrolchimico veneziano, e per i brani più noti di Giovanna Marini, Ivan Della Mea, Pino Masi ecc., si può partecipare al concorso indicando (all'indirizzo mail g.cerretti@rassegna.it) quali sono le tre più belle (più evocative, più cantate, più emozionanti, più coinvolgenti) canzoni che hanno accompagnato i movimenti operai e giovanili del ’68-69.

 

 

Rassegna RadioArticolo1 daranno conto settimanalmente dell’andamento delle segnalazioni di voto pervenute. La scadenza è fissata per il 30 giugno 2019, data in cui la canzone che avrà ottenuto più voti si aggiudicherà un premio che verrà consegnato all’autore e/o al suo interprete nel corso dei lavori del XVIII congresso nazionale della Cgil, che si svolgerà a Bari dal 22 al 25 gennaio 2019, presso lo stand della comunicazione.

Tutte le indicazioni utili per partecipare all' iniziativa e l’indirizzo mail cui far pervenire i titoli delle canzoni prescelte possono essere esaminati nel regolamento del concorso.







Commenta