Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica PopoIare ltaIiana

Chiama

Chiudi

Un amore pizzicato: un romanzo che racconta la potenza della musica popolare

Un amore pizzicato: un romanzo che racconta la potenza della musica popolare

Ha due anime il primo romanzo di Giuseppe Vivace, “Un amore pizzicato” (Città del Sole edizioni, 2018): Milano e la Calabria, regione d’origine dell’autore; le “feste clandestine” nel capoluogo lombardo, dove si riscopre la musica popolare del Sud Italia, e il mondo cupo della criminalità organizzata. Al centro, l’amore tra i giovani Lucia e Pepe, nato durante le feste milanesi e capace di superare ogni ostacolo.

 

Lo conoscono tutti come Pino, ma Giuseppe Vivace è molto di più che un simpatico menestrello che recupera le tradizioni musicali del Sud. Vivace è un autore sensibile e delicato che nel libro racconta della Calabria e della potenza della musica.

“Volevo raccontare il fenomeno delle feste clandestine a Milano, poco conosciuto e molto interessante dal punto di vista antropologico e culturale” racconta l’autore. “Ci si dà appuntamento tramite Facebook in zone pubbliche della città, si portano gli strumenti, una bottiglia di vino e si ballano musiche del Sud: pizzica, taranta, tammuriata. Da ragazzo al mio paese, in Calabria, consideravo le feste popolari come una forma di sottocultura, mi vergognavo a parteciparvi. A Milano ho capito invece quanto mi rappresentassero e quanto fossi legato alla mia terra. Scriverne è stato come tornare alla mia Itaca personale.

Nel libro si parla di luoghi della città che si trasformano grazie alla musica popolare e c’è una descrizione inedita di un movimento musicale ma anche culturale non nostalgico ma gioioso e portatore di una nuova idea di socialità che c’è a Milano. Una città che cambia”.







Commenta