Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica PopoIare ltaIiana

Chiama

Chiudi

Bodyterranean: la body music di Simone Mongelli racconta il Mediterraneo

Bodyterranean: la body music di Simone Mongelli racconta il Mediterraneo

Il percussionista Simone Mongelli ha un occhio di riguardo per le tradizioni coreutiche della sponda settentrionale del Mediterraneo ed, in particolare, per la regione settentrionale della Grecia: tutto questo è il disco Bodyterranean. Music without instruments.

Residente da anni in Grecia, Mongelli ha colto l’occasione di queste incisioni per rinnovare o avviare collaborazioni con alcuni dei migliori artisti ellenici. L’intero lavoro discografico ha come filo conduttore il far musica col proprio corpo: tutta la musica, ritmi, armonie e melodie.

Non a caso, gli altri ospiti che interagiscono con Mongelli nel corso degli undici brani sono fra i migliori musicisti di body music a livello internazionale: lo specialista di poliritmie afrocubane Max Pollak, Antwan Davis, dal gruppo Molodi, le voci di Bryan Dyer e del cubano Raùl Cabrera.

Il repertorio e la trama mediterranea sono completati da due canti rebètika, un brano cretese, uno dal Gargano e uno dal Salento. Quest’ultima, la "Tarantella del Gargan"o, permette di apprezzare l’abilità di arrangiatore di Mongelli rispetto ad un tema molto conosciuto in Italia.

 



Tag:

Commenta