Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica Popolare Italiana

Chiama

Chiudi

La Voce di Roma: Lando Fiorini

La Voce di Roma: Lando Fiorini

 

La 'Voce di Roma' veniva chiamato Lando Fiorini. In oltre 50 anni di carriera ha rappresentato, attraverso le sue canzoni, la romanità più squisita, colta, disincantata, ma anche affabile, generosa. Le sue canzoni sono un inno alla città, una testimonianza d'amore. Stornellata romana, Pè lungo Tevere, 'Barcarolo romano, Ciumachella de Trastevere, Semo gente de borgata, Na preghiera pè Roma sparita, Nun je dà retta Roma, Chitarra romana, Roma in saccoccia....

 

Lo stornello era il suo pane quotidiano. Lando Fiorini, al secolo Leopoldo, ci ha lasciati alla soglia degli ottant’anni, uno degli ultimi cantori di una certa Roma; disincantata, sorniona, ironica. Un mondo che aveva spartito con Gabriella Ferri, con Aldo Fabrizi.

 

La passione e il talento per il canto li scoprì quando lavorava ai Mercati Generali, alla fine degli anni Cinquanta. All'inizio degli anni Sessanta l'esordio fortunato al Cantagiro, nel 1962 si apre per lui il palcoscenico del Sistina, tempio del musical, dove gli affidano il ruolo del Serenante nella prima edizione del Rugantino di Garinei e Giovannini, che rimarrà sempre un suo cavallo di battaglia.

Da lì il successo, fatto di tanta radio e tanta tv con spettacoli e anche sigle per programmi (indimenticabile Cento Campane sigla dello sceneggiato Il segno del comando). Gli anni Settanta e Ottanta sono particolarmente felici per la sua carriera, che lo vede partecipare anche a Canzonissima e a Un disco per l'estate.



Tag: