Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica Ppolare Italiana

Chiama

Chiudi

Davide Campisi: il nuovo album “Democratica” tra siciliano e italiano

Davide Campisi: il nuovo album “Democratica” tra siciliano e italiano

Nuovo album per Davide Campisi. Il cantautore e percussionista ennese, mattatore della prima serata della XIX edizione del Kaulonia Tarantella Festival, è nei negozi con “Democratica”, un album contenente nove inediti cantati in siciliano e italiano. Un progetto attraversato da un sound caldo e ritmato, in cui Campisi ha unito gli strumenti della tradizione con quelli tipici del rock. Il cantautore siciliano è stato, per altro, tra i 10 finalisti del Premio Andrea Parodi 2017  con il brano “Piglialu”. L’artista definisce il nuovo progetto “Democratica” come «il risultato di un percorso di sperimentazione che parte dalla volontà di tracciare un legame tra l’identità profonda del proprio essere e l’apertura al mondo circostante. Mentre le vibrazioni del tamburo scandiscono la certezza di un’appartenenza, insomma, le progressioni rock rendono tale appartenenza indefinita, imperfetta, aperta a nuove forme di libertà espressiva». Con Democratica Campisi vuole raccontare il vivere contemporaneo con un ritmo che vuole tracciare un solco profondo nell’anima di tutti i suoi ascoltatori grazie a una sapiente miscellanea tra il dialetto Siciliano e la lingua italiana e a una riuscita sperimentazione che fonde assieme gli strumenti della tradizione folk come i tamburi a cornice, la fisarmonica, la batteria ed il basso. «Il tamburo guarda la luna e nella luna si rispecchia – ha affermato Campisi per descrivere il proprio album – per trovare nella sua luce misteriosa le radici del proprio ritmo. Poi si veste, si ammanta, si imbelletta. La ritualità intima del suono si apre a un incontro sperimentale in cui sonorità mediterranee si allineano a tutto ciò che è modernità. Nella contaminazione la testa frulla, il cuore fibrilla, il pensiero martella in un canto che è d’amore e di dolore».