Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica Popolare Italiana

Chiama

Chiudi

Molotov d’Irpinia al terzo album: Padrone e sotto

Molotov d'Irpinia al terzo album: Padrone e sotto

I Molotov d’Irpinia sono una nota band avellinese che torna sulle scene con il terzo album dal titolo profetico “PADRONE e SOTTO“.
Il motto del gruppo, composto da Antonio Modano, Piero Buccella, Giuseppe Capobianco, Giovanni Famiglietti, Andrea Saldutti, Pietro Giusto e Franco Zarrella, è Movimento di musica, energia, vino.
Il folk-rock e lo ska popolare del gruppo irpino è un concentrato di energia pura, divertimento e riflessioni socio-politiche.

Tra un gioco di carte e bevute alcoliche, passatempo diffuso in Irpinia ed in gran parte del meridione, nasce il terzo album degli ‘esplosivi’ Molotov d’Irpinia. Tra ritmi in levare, intrecci di chitarre con un buon crescendo ritmico emergono i testi in dialetto e in italiano che raccontano una vita di provincia che affonda le radici nelle tradizioni le quali diventano il “valore aggiunto”.

In “Padrone e Sotto” c’è anche un forte messaggio sociale, caratteristica che è nel Dna della band. Nei testi delle dieci tracce che compongono questo lavoro si denuncia l’immagine di una società in cui c’è chi agisce per i propri interessi- e la fa da “padrone” – e chi invece è costretto a soccombere e “stare sotto”.
Un richiamo, e un omaggio visti i 50 anni dalla sua scomparsa, a Totò che in un celebre film del 1955, diretto da Camillo Mastrocinque dal titolo “Siamo uomini o caporali”, sintetizzava poeticamente i ruoli contrapposti in una società moderna che troppo spesso crea l’uomo qualunque e il caporale, il padrone e chi subisce le decisioni altrui.
Con la loro musica, una miscela energica di Folk, Rock e Ska popolare, i Molotov d’Irpinia fanno sentire la voce di coloro che sanno di dover reagire alle insofferenze di una società distratta, troppo occupata a rincorrere se stessa senza curare gli ultimi.

Quest’ultimo lavoro dei Molotov d’Irpinia è stato registrato presso lo Studio Fonoprint di Bologna ma pensato e scritto in Irpinia per poi poter essere ultimato a Bologna in uno degli studi più prestigiosi d’Italia.
Hanno preso parte ai lavori, diversi professionisti del panorama musicale italiano tra cui Maurizio Biancani già vincitore di due Grammy Awards e ingegnere del suono di Vasco Rossi, Zucchero, Stadio, Il Volo, Guccini.



Tag: