Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica Popolare Italiana

Chiama

Chiudi

A Bolzano l’ottava edizione di Canne al Vento, rassegna per organo e strumenti a fiato

A Bolzano l'ottava edizione di Canne al Vento, rassegna per organo e strumenti a fiato

Con l’arrivo dell’estate Bolzano riscopre il piacere della musica dal vivo ed anche quest’anno la Chiesa di San Giuseppe ai Piani di Bolzano diventa il palcoscenico privilegiato per un genere tutto particolare, quello della musica per organo e strumenti a fiato. La piccola ma preziosa rassegna “Canne al Vento”, giunta alla sua ottava edizione, invita nuovamente musicisti di fama internazionale per regalare al pubblico quattro concerti gratuiti di altissima qualità.
“Canne al Vento” presenta l’ organo nella sua grande varietà di timbri e possibilità espressive senza restringere il campo ad un genere o un repertorio specifico. Pur svolgendosi all’ interno di una chiesa il programma spazia dalla musica sacra a quella profana, dal rinascimento alla contemporaneità lasciando il campo libero all’improvvisazione, al jazz, alla musica popolare.

Trasformando il quartiere dei Piani in un luogo di incontro e di ascolto lontano dai tradizionali palcoscenici, il festival invita il pubblico a partecipare alla sperimentazione di nuove forme di dialogo tra l’organo e altri strumenti a fiato.

La rassegna concepita da Claudio Astronio e promossa dal Comune e dalla Provincia di Bolzano si aprirà venerdì 26 maggio alle ore 20.30 con il primo concerto dal titolo “Suoni di Festa”. Il trombettista Gabriele Cassone e l’organista Antonio Frigé si incontreranno in questa particolare cornice per far rivivere il suono della “tromba naturale” con un repertorio dedicato alla musica del ‘600 e ‘700 ed in special modo al genere della Sonata e del Concerto.

Il secondo concerto, dal titolo “Recitar Suonando”, si terrà martedì 30 maggio alle ore 20.30, sempre nella chiesa di San Giuseppe ai Piani. Protagonisti saranno l’organista Stefano Molardi e Jonathan Pia, apprezzato esecutore di tromba e tromba barocca. Una delle particolarità del concerto consiste nella varietà di strumenti suonati da Pia, ovvero la tromba, la tromba barocca, il flicorno a chiavi, il cornet à piston e la tromba a cilindri. Il programma è interamente incentrato sulle rielaborazioni e trascrizioni - d’epoca e contemporanee - d’arie d’opera. Ad accompagnare Pia in questo felice excursus è Stefano Molardi, organista attivo in tutto il mondo ed ospite di sale da concerto tra cui il Musikverein di Vienna e la Carnagie Hall di New York.

“Canne al Vento” prosegue poi invitandoci il 6 giugno, alle ore 20.30, al terzo concerto della rassegna, con un programma che ci condurrà dai virtuosismi di Paganini ai ritmi latini di Astor Piazzolla. “Viaggio agli antipodi” è il titolo del concerto in cui si produrranno Isabella Stabio, sassofonista d’eccezione, e l’organista Carmelo Luca Sambataro, che insieme costituiscono stabilmente dal 2013 l’Isakar Duo, con cui hanno già partecipato a numerose rassegne concertistiche in Italia e all’estero. Il programma è affidato a due strumenti che costituiscono gli antipodi della celebre famiglia dei sassofoni, ideati dall’organologo belga Adolphe Sax, ovvero il sopranino ed il baritono.

La rassegna si concluderà l’ 8 giugno alle 20.30 con “Wind Canvas”. Protagonisti della serata saranno Marco Facchin, musicista poliedrico ben noto al pubblico altoatesino, che si produrrà sui tasti dell’organo di Andrea Zeni, il trombettista Paolo Trettel ed il sassofonista Fiorenzo Zeni.