Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica Popolare Italiana

Chiama

Chiudi

Nuovo album per i Modena City Ramblers

Nuovo album per i Modena City Ramblers

Nuovo album per i Modena City Ramblers. A quattro anni di distanza dall'ultimo disco di inediti, “Niente di nuovo sul fronte Occidentale”, la band combat-folk torna con "Mani come rami, ai piedi radici", in uscita domani per l'etichetta Modena City Records, con distribuzione Believe, in cd e vinile a tiratura limitata. A differenza dei loro ultimi lavori, i Modena City Ramblers in questa nuova avventura in studio fanno tutto da soli, con l'eccezione di un'unica collaborazione di grande prestigio: la band americana Calexico, che impreziosisce di sapori desertici la ballata "My Ghost Town", cantata in inglese e punto di approdo tra orizzonti morriconiani, celtici e tzigani.

Se nel doppio cd del 2013 la band aveva dato vita a 18 tracce strettamente legate a episodi di cronaca ed eventi storici, in questi nuovi 13 brani non c’è alcun riferimento a espliciti contesti o avvenimenti attuali. Resta il mondo espressivo caro alla band, dove la poesia si accompagna alla verve istrionica del dialetto, ma anche dello spagnolo e dell'inglese. «Il titolo è originale – spiega il flautista Franco D'Aniello - È una metafora. Le mani come rami vanno sempre in alto e guardano al futuro mentre i piedi, come radici, sono ben saldati nella terra. Il senso è quello delle nostre radici emiliane».



Tag: