Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica Popolare Italiana

Chiama

Chiudi

Pietro Cernuto porta il friscaletto siciliano al Festival La Zampogna di Maranola

Pietro Cernuto porta il friscaletto siciliano al Festival La Zampogna di Maranola

Pietro Cernuto torna a raccontare il magico repertorio della sua terra sicula al Festival La Zampogna di Maranola.

Vincitore di 32 primi premi vinti in vari concorsi musicali nazionali e internazionali, attualmente primo sax tenore della banda nazionale dell’esercito italiano, dall’età di 10 anni, spinto dalla sentita tradizione familiare di zampognari, si avvicina allo studio della zampogna a paro messinese e del friscaletto siciliano.
Da allora si è dedicato allo studio di questi strumenti particolari con la stessa costanza e interesse che si ha per un qualsiasi altro strumento.
Ha frequentato quasi tutti gli anziani che da sempre hanno portato in alto il nome e il valore di queste tradizioni,ed è grazie alla loro disponibilità e alla loro esperienza che ha imparato le tecniche di esecuzione, interpretazione, il repertorio e tutto ciò che bisogna sapere per mantenere in perfetta efficienza la funzionalità di questi strumenti.
E’ invitato costantemente a partecipare, soprattutto in Sicilia, alle più importanti manifestazioni di musica popolare, in qualità di rappresentante di una tradizione, soprattutto nel messinese, sempre più in difficoltà.
Vincitore di numerose gare per zampogna, rassegne di musica popolare, che si svolgono regolarmente in Sicilia e fuori dallo stretto, nel 2002 vince il premio “Zampogna D’oro” alla rassegna internazionale di musica popolare che si tiene a Erice (TP).

Attualmente fa parte del gruppo di musica popolare siciliana “UNAVANTALUNA ” con la quale svolge una intensa attività concertistica in Italia e all’estero.

Organizzatore del “Festival degli antichi mestieri e tradizioni popolari” città di Fiumedinisi (ME), già da due anni, sempre a Fiumedinisi, organizza anche un “Raduno della zampogna” in cui, a detta della critica, è riuscito a riaccendere l’entusiasmo degli anziani zampognari della provincia di Messina e a far apprezzare e avvicinare a questo strumento tantissimi giovani musicisti.
Da alcuni anni si dedica anche alla costruzione del flauto di canna grazie agli insegnamenti del maestro Sostene Puglisi di Mili S. Pietro (ME), e da poco si è cimentato alla costruzione della zampogna a paro messinese grazie alla disponibilità del maestro Nunzio Famà di Scala Torregrota (ME).
Forte di questa passione per questi strumenti, viene inoltre costantemente invitato a tenere corsi di friscaletto siciliano e zampogna a paro in varie parti dell’Italia, con l’intento, sempre più radicato, di voler far conoscere a quante più persone possibili, le bellezze, le qualità timbriche e le proprie esperienze maturate sul campo, su degli strumenti che negli ultimi anni sono stati sempre più trascurati, se non quasi dimenticati, o presentati alla gente nella maniera sbagliata.

 

Per saperne di più: il programma completo dell'evento.



Tag: