Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica Popolare Italiana

Chiama

Chiudi

Successo per il tour francese di Antonio Castrignanò

Successo per il tour francese di Antonio Castrignanò

Grande partecipazione di pubblico per il tour “Fomenta-Ilenu de Taranta” del musicista salentino, Antonio Castrignanò in Francia.

La stampa francese lo ha definito con le seguenti parole: Antonio Castrignanò incarna tutto da solo la passione, l’energia e l’eccesso di un terribilmente moderna tradizione musicale che fa vibrare l’intero sud d’Italia.

L’artista si è esibito in alcune radio e nei club prestigiosi della Francia, accompagnato dai suoi musicisti, Rocco Nigro, Gianluca Longo, Morris Pellizzari, Giovanni Gelao, Giuseppe Spedicato, Fabio Fava e la talentuosa ballerina di pizzica, Laura De Ronzo.

Il primo concerto ha avuto luogo a Clermont Ferrant nel teatro “Maison du Peuple”, il secondo a Lione nella Salle V.Hugo per una serata organizzata in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura di Lione di cui Castrignanò è stato ospite con la sua band l’anno scorso e infine al New Morning di Parigi.

Il musicista ha coinvolto il pubblico con energia e con professionalità il suo pubblico e i tanti pugliesi che hanno lasciato la loro terra d’origine per cercare fortuna all’estero e nella bella capitale francese.

Castrignanò è uno dei protagonisti della riscoperta della tradizione musicale del Salento e durante la sua carriera artistica ha collaborato con artisti affermati nel panorama musicale nazionale e internazionale come Mauro Pagani, Ludovico Einaudi, Giuliano Sangiorgi, Stewart Copeland, Goran Bregovic, Marcan Dede, The Chieftains, Ballakè Sissoko e tanti altri ancora.

È autore della colonna sonora del film “Nuovomondo” di Emanuele Crialese, leone d’argento alla mostra del cinema di Venezia 2006 ed è stimato all’ estero anche dalla principessa Carolina di Monaco che l’ ha voluto fortemente per esibirsi con la sua pizzica alla festa di matrimonio del figlio Pier Casiraghi e Beatrice Borromeo nella calda estate del 2015.

Inoltre, è conosciuto al grande pubblico per essere voce e tamburo nell’orchestra de “La notte della Taranta”, l’evento che si svolge ogni anno in uno dei paesi più suggestivi della Grecia Salentina in cui i pizzicati ballano e cantano al ritmo dei tamburelli.

È reduce dei successi come “Fomenta” e nell’ultimo videoclip “Aria Gaddhipulina” racconta in parole e in musica la bellezza del Salento con l’amico, poeta popolare e cantore, Cici Cafaro.

Antonio Castrignanò con la sua voce e con la sua teatralità si afferma sempre più nel panorama della musica internazionale e con il suo inseparabile tamburello fomenta le piazze con i suoi canti intrisi di speranza per un pezzo del Sud come il Salento che può vincere nel mondo con la cultura.

L’artista è uno dei tanti talenti pugliesi che con passione e con determinazione raggiunge grandi traguardi e valorizza la propria terra come la Puglia attraverso l’arte e le tradizioni che si tramandano di padre in figlio come i canti e le danze popolari che raccontano le lotte, gli amori, gli ulivi e le campagne, il lavoro di una terra fertile e considerata la regione più bella del mondo.

Una terra che nonostante le difficoltà dovute dal delirio dei poteri forti è viva di arte e di artisti originali come Antonio che porta la musica della nostra terra e del Sud in giro per il mondo ritornando vincitore nella sua Calimera ed è l’esempio per i giovani che con il talento si vince nel mondo proprio come ci insegna il nostro conterraneo e immenso, Domenico Modugno