Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica Popolare Italiana

Chiama

Chiudi

Premio Tenco, riascoltiamo gli ultimi vincitori della canzone in dialetto

Premio Tenco, riascoltiamo gli ultimi vincitori della canzone in dialetto

Il Premio Tenco è un riconoscimento musicale assegnato annualmente, dal 1974, in occasione della Rassegna della canzone d'autore di Sanremo organizzata dal Club Tenco. Il nome del premio, che è nel tempo divenuto sinonimo dell'intera rassegna, è in omaggio al cantautore Luigi Tenco.

Il Premio Tenco è un riconoscimento alla carriera di artisti che hanno dato apporto significativo alla canzone d'autore mondiale. Due le tipologie, quella per cantautori e quella per "operatori culturali", oltre alla sezione dialetto.

All'interno della rassegna e dal 2011 al di fuori della rassegna vengono inoltre premiati, con la prestigiosa Targa Tenco, i migliori dischi dell'anno da una giuria specializzata che è la più ampia e rappresentativa tra quelle delle analoghe manifestazioni italiane (oltre 200 i giurati).

I Premi Tenco sono attribuiti dal direttivo del Club, a differenza delle Targhe Tenco, assegnate invece ai migliori dischi italiani di canzone d’autore dalla più ampia e rappresentativa giuria di giornalisti esistente in Italia in campo musicale. Da vari anni le serate di consegna delle Targhe si svolgono al di fuori della “Rassegna della canzone d’autore” in varie città, come Novara e a Bari e la stessa Sanremo.

La serata finale di quest'edizione è in programma il 22 Ottobre a Sanremo.

Tra i protagonisti sono attesi Morgan, Niccolò Fabi, Noemi, Marina Rei. Diverse le iniziative collaterali, che abbracceranno la città da mercoledì a sabato con performance di strada, incontri, presentazione di libri e proiezioni di film. Tra questi, anche «Fuocoammare» di Gianfranco Rosi, sul dramma dei migranti.

Ci sono artisti e lavori discografici che toccano tutti gli stili possibili della canzone d’autore tra i finalisti delle Targhe Tenco 2016, il riconoscimento più prestigioso della musica italiana.

I finalisti per la Targa “album dell’anno” riservata a cantautori (qui elencati in ordine alfabetico per artista, così come nelle seguenti sezioni) sono:

Afterhours Folfiri o Folfox
Gerardo Balestrieri Canzoni nascoste
Vinicio Capossela Canzoni della Cupa
Niccolò Fabi Una somma di piccole cose
Yo Yo Mundi Evidenti tracce di felicità

La Targa per l’album in dialetto vede come finalisti:
Almamegretta Enneenne
Claudia Crabuzza Com un soldat
Stefano Saletti & Banda Ikona Soundcity. Suoni dalle città di frontiera
James Senese & Napoli Centrale O sanghe
Daniele Sepe Capitan Capitone e i fratelli della costa

Nella sezione “Opera prima” (di cantautore) troviamo:
Patrizia Cirulli Mille baci
Chiara dello Iacovo Appena sveglia
Giorgieness La giusta distanza
Motta La fine dei vent’anni
Andrea Tarquini Disco rotto

Fra gli interpreti di canzoni non proprie (quindi non cantautori) sono in finale:
Peppe Barra E cammina cammina
Giorgio Canali & Rossofuoco Perle per porci
Francesco De Gregori Amore e furto. De Gregori canta Dylan
Bobo Rondelli Bobo Rondelli canta Piero Ciampi
Peppe Voltarelli Voltarelli canta Profazio

Nella Targa per la miglior canzone si fronteggiano gli autori dei seguenti brani (fra parentesi l’interprete):
Francesco di Giacomo-Paolo Sentinelli La bomba intelligente (Francesco di Giacomo / Elio e le Storie Tese)
Samuele Bersani La fortuna che abbiamo (Samuele Bersani)
Giuliano Sangiorgi-Remo Anzovino L’alba dei tram. Canzone per Pasolini (Mauro Ermanno Giovanardi)
Manuel Agnelli Non voglio ritrovare il tuo nome (Afterhours)
Marco Iacampo Pittore elementare (Iacampo).

Negli ultimi anni la Targa Tenco per la sezione dialetto è andata nel 2008 a Davide Van De Sfroos,

 

 

nel 2009 a Enzo Avitabile,

 

 

nel 2010 a Peppe Voltarelli,

 

 

nel 2011 a Patrizia Laquidara e Hotel Rif,

 

 

nel 2012 a Enzo Avitabile,

 

 

nel 2013 a Cesare Basile,

 

 

nel 2014 a Loris Vescovo,

 

 

nel 2015 ancora a Cesare Basile.

 

 



Tag: