Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica Popolare Italiana

Chiama

Chiudi

I canti popolari della Vendemmia

I canti popolari della Vendemmia

La vendemmia è da considerare un momento saliente della vita contadina, animato dalla soddisfazione per il raccolto, dall'attesa della festa che ne seguirà, dalla previsione dei momenti di gioia che il vino saprà regalare.

6_20-e1445382622405

Il valore storico ed antropologico della vendemmia risale a tempi molto antichi e si è tramandato di generazione in generazione attraverso metodi di lavoro agricolo e tradizioni contadine, oltre che per l’importanza dei suoi aspetti culturali e tradizionali che caratterizzavano la vendemmia come evento annuale di lavoro e condivisione sociale nel territorio.

Per molti aspetti la vendemmia assume ancora oggi un momento rituale, ha un significato sociale e di comunione piuttosto forte, nel quale uomini e donne si riuniscono e insieme lavorano per lo stesso obiettivo. Il ruolo sociale e rituale che caratterizza la vendemmia è stato ancor più forte nei decenni scorsi, quando nei vigneti si riunivano amici, parenti e vicini di casa, tutti insieme a lavorare nelle vigne per poi festeggiare con un ricco banchetto.

_f1_5922_originaley121la_vendemmia2

Finita l'estate i grappoli ormai maturi erano pronti per essere tramutati in vino. Nella società contadina, la data d'inizio della vendemmia era sancita dal "capoccia", il più anziano ed esperto tra i vinificatori, che faceva ripetuti assaggi valutando la ricchezza zuccherina degli acini e ne stabiliva la raccolta. Intere famiglie si spostavano di podere in podere, facendo a gara nel chi per primo vendemmiava il filare assegnato. Dai cesti, le uve, prima raccolte nei bigonci in cima al filare, erano poi trasportate alla cantina col carro trainato dai buoi. Si raccoglieva l'uva in allegria tra una battuta e una risata, con i bambini che riuniti schiamazzavano nei loro giochi, una sosta con una colazione a mezza mattinata, e avanti sino a che la raccolta era terminata. Alcuni uomini si fermavano in cantina per terminare la pigiatura e la torchiatura che producevano il dolce mosto. Le donne apparecchiavano le tavole per preparare un ricco pasto per tutti i convenuti e la festa vera e propria si sarebbe protratta, con le mani sporche di mosto e le braccia stanche, sino alla sera in allegria.

11703381_518918441595863_7005864077118441823_n

Durante la vendemmia vengono fuori antichi canti contadini della tradizione orale, che viene custodita soprattutto dagli anziani. Sono canti semplici che parlano della vita nei campi ma anche d'amore. Spesso sono dei “contrasti” che impegnano due voci, maschile e femminile. L'uomo e la donna canticchiando questi stornelli sotto il sole ripetono l'eterna schermaglia che li vede da sempre protagonisti di poesie, canzoni e danze.

 

 

vendemmia

vendemmia_pigiatura_piedi_nudi

Orietta Berti: La Vendemmia

Mazurka del buon vino

Banda Bardò: Venti bottiglie di vino

La raccolta dell'uva

Le voci del Piemonte: La vendemmia dell'amore

Festa sull'aia

L'uva fogarina

Lando Fiorini: Ma che ce frega ma che ce importa



Tag: