Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica Popolare Italiana

Chiama

Chiudi

Tarantella siciliana

Tarantella siciliana

La tarantella siciliana è una delle danze caratteristiche della regione, sebbene sia originariamente napoletana. La tarantella è infatti diffusissima anche in Calabria ed in Sicilia dove si esegue in un crescendo continuo di suono e di ritmo.

Nel XIX secolo la tarantella siciliana divenne uno degli emblemi del Regno delle Due Sicilie, accorpando sotto il suo nome i diversi gruppi stilistici autonomi che caratterizzavano le diverse aree del Meridione. La sua popolarità superò i confini del Regno fino ad arrivare all’estero.
Molti compositori vi si ispirarono per la composizione di proprie ‘tarantelle’, trasposizioni colte dei classici motivi e ritmi della tradizione, la cui più famosa è probabilmente quella composta per pianoforte da Gioachino Rossini. “La danza” fu arrangiata per esecuzione orchestrale, e, insieme ad altri brani rossiniani, fu parte del corredo musicale del balletto “La boutique fantasque” di Léonide Massine, per i Ballets Russes di Serge Diaghilev.

C'è chi identifica la tarantella con una danza propiziatoria di diversa struttura ritmica, alla quale la superstizione popolare attribuiva in alcune regioni del sud poteri miracolosi nell'allontanamento di quel demone che si impossessava di persone in seguito al morso della tarantola. Ed è proprio questa ipotesi che è più condivisa dalla collettività per trovare, forse, una giustificazione a quel modo di ballare che è fatto di “salterelli” proprio come se il danzatore fosse stato morso da un animale. Ma al di là delle ipotesi sull'origine del nome di questa danza, c'è da dire che la tarantella siciliana, ogni volta che la si esegue o la si ascolta, si carica di significati extra-musicali.

Nessuno ha mai pensato a qualcosa di triste come un pianto, un funerale o alla pace dei sensi quando si ascolta e si balla la Tarantella: "Danza vulcanica -scrisse Charles Didier- come le emozioni che esprime, e la storia di una passione meridionale. Ogni gesto e un' idea, ogni posa un sentimento, sicché essa si svolge drammatica, pudica, irresoluta, affascinante, emblema dei contrasti interiori d'un silenzioso amore. Ma quando la tensione scoppia e trionfa, la danza si anima, travolge e passa dalla timidezza all'audacia ed attacca, insegue, incatena e, baccante ebbra e delirante, si precipita cieca alla voluttà".

 

Esistono diverse forme di tarantella siciliana e spesso questa viene accomunata alla tammurriata da cui però si differenzia per una questione di ritmo e per il fatto che se la tarantella è un ballo eseguito da una sola persona, la tammorriata viene danzata da una o più coppie.

 

 

 



Tag: