Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica Popolare Italiana

Chiama

Chiudi

Nuovo album per i Terraròss

Nuovo album per i Terraròss

Terraròss, suonatori e menestrelli della bassa Murgia, nascono con l’intento non solo di proporre della musica ma anche di riscoprire e dare nuovo valore alle nostre tradizioni, a quella che era la cultura di un tempo andata ormai perduta.

Da questa settimana è in vendita su Ebay.it e su Amazoon.com “Giù al Sud” il quarto lavoro discografico dei Terraròss, 18 tracce inedite e cover, che rendono omaggio alla tradizione musicale meridionale e alle bellezze del Sud, ricco di tradizioni, colori e musica, edito da Stranamente Music, il cui filo conduttore è un “chep canèl”, ovvero le feste in cui ci si riuniva tutti intorno e si cantava, si raccontavano storie, nel quale partecipano una serie di amici provenienti dal meridione che si ritrovano in un’ipotetica Milano.

Questo lavoro, ricco di riferimenti musicali, omaggi, innovazione e tradizioni, è composto da brani e intermezzi, ovvero dialoghi che anticipano le canzoni. Queste, 14 in totale, sono principalmente tarantelle, tamburiate e pizziche, ma non mancano influenze blues, world ed elettroniche. Infatti oltre a strumenti antichi come la lira, uno degli strumenti più antichi d’Italia che ha dato il nome al vecchio conio, una specie di violino piccolo a tre corde e con un suono stridulo ma d’impatto, in “Giù al Sud” sono utilizzati in alcuni brani le tastiere elettroniche e i synth.

Nell’album, in cui sono trattate tematiche come la violenza sulle donne e l’inquinamento, oltre a musiche immancabili proposte con il classico e coinvolgente stile Terraròss, ci sono due omaggi a due grande artisti che hanno contributo allo sviluppo della musica italiana, ovvero a Renato Carosone, con la cover di “O Saracin” e a Domenico Modugno con il nuovo arrangiamento di una sua pizzica poco noto ai più, “Tambureddu”. Molti sono anche i riferimenti agli anni ’70 e ‘80, tra cui il richiamo a YMCA di “I.L.V.A. (Istituzione Legale Vergogna Ambientale)”, primo estratto del disco e quello al celebre motivetto di Pierino, tradizionale figura di molte barzellette italiane, interpretato da Alvaro Vitali, nella canzone “Flon”. Guardando alle tradizione meridionale, si è scelto di dare spazio anche alla musica neomelodica napoletana con “È bella la signora” e al Griko, lingua della Grecia salentina con “Kalinifta”.

Dal 10 giugno l’album sarà disponibile anche su iTunes.



Tag: