Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica Popolare Italiana

Chiama

Chiudi

La Courenta Piemontese

La Courenta (corenta in grafia occitana normalizzata, corrente in italiano) è una danza diffusa nelle vallate alpine occitane e francoprovenzali.

Apparsa nel sec. XVI la courenta evolve nel sec. XVII passando da Bransle Courant a due danze ben distinte: una versione italiana, la corrente (piuttosto vivace) e una versione francese, la courante (danza più lenta).

Molto apprezzata da Re Luigi XIV, che la elegge a danza di apertura dei balli, la courenta francese scompare nel corso del sec. XVIII, rimpiazzata dal minuetto. La courenta francese è più nobile e maestosa della versione italiana.

maxresdefault (1)

La courento delle valli occitane italiane è una danza molto conosciuta e diffusa anche fuori dai confini occitani, numerosissimi gruppi nell'Italia del nord suonano queste danze alle quali partecipano sempre numerosi i ballerini.

La courento della val Varaita è una danza eseguita da coppie che si dispongono in cerchio, gli uomini all'interno, le donne all'esterno con il braccio sinistro sulla schiena del compagno che le tiene col braccio destro per la vita. Si comincia con una passeggiata (meiro), ci si ferma le coppie si girano di fronte tenendosi per le mani e fanno un balletto col passo tipico della valle (balar), poi dei giri (virar), di nuovo un balar e un virar, così da capo fino che la melodia cambia per il balet (parte finale che chiude tutte le danze) dove i cavalieri fanno un virar con tutte le dame del cerchio. Il Balet dovrebbe essere ripetuto tante volte quante sono le coppie che eseguono la danza.

https://youtu.be/vzHPOWA7aPc

In Val Vermenagna (CN), dove la courenta è caratterizzata da un passo completamente diverso rispetto quello della Val Varaita, la passeggiata si chiama "':endà spass", seguita dal "balà" e dal "virà". Non è contemplato il "balet" finale. In compenso esiste una versione di courenta in cui si balla in cerchio tenendosi per mano (Courenta di Couscrit). Qui, nelle feste di tradizione popolare, la COURENTA è, in alternanza con il BALET, la più praticata dalla popolazione locale, con una velocità e un dinamismo non presenti in altri contesti. Non è infatti casuale la presenza nella Valle suddetta di coppie di suonatori con fisarmonica cromatica e clarinetto, strumenti indubbiamente più pratici e facili da procurare, che hanno sostituito negli anni le combinazioni di strumenti quali violino, fisarmonica diatonica o semicromatica.

https://youtu.be/FCUOgw78uKM

Una forma coreografica particolare è la Courento de Coustiole, che è caratterizzata dal cambio della dama quasi ad ogni figura.

https://youtu.be/3eTeOChhvWo

La courento/a delle altre vallate differisce per il passo (ogni valle ha il suo specifico) e per la durata delle parti. La Courenta infatti è una danza che ha innumerevoli versioni, una per ogni singola valle: courento Val Varaita, courento d'Coustiole, courento d'la Rocho, courento Val Chisona, courenta e balet Val Vermenagna ne sono alcuni esempi. Questa danza era presente in tutte le Valli Occitane, nelle Valli di Lanzo e, quasi certamente, anche in pianura. Si balla tuttora nelle Valli Po, Germanasca e Chisone. E’ stata trovata anche nelle Valli Grana, Maira e Pellice.

https://youtu.be/TGcC8skjrAQ

Alcune similitudini presenta la curenta denominata courenta di Butéi che viene ballata a Rocca Grimalda in Provincia di Alessandria in occasione del carnevale della Lachera. Essa mantiene il cerchio nelle forme occitane ma non il balletto tipico delle valli sostituendolo con passi più vicini alla tradizione monferrina.

Si può pertanto correttamente parlare di COURENTO OURDINARIO - Val Varaita, Val Vermenagna, Valle Po, Val Chisone - e delle sue varianti.

maxresdefault

In quasi tutte le Valli la Courento è stata praticata in passato e recuperata, in ogni caso, negli ultimi decenni; anche se in alcune località come le Valli Gesso e Stura non sono state tramandate musiche originarie, si può ipotizzare con una certa sicurezza che fosse ballata con tipologie locali riconducibili alla cosiddetta COURENTO OURDINARIO. Rimangono comunque in proposito testimonianze di persone anziane, ma non ci è pervenuta alcuna traccia sicura delle melodie e delle esecuzioni.

Viene ballata da numerose coppie di ballerini (in numero indeterminato), che procedono in cerchio, tutte insieme, in senso antiorario.



Tag: