Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica Popolare Italiana

Chiama

Chiudi

Da Possagno in tutto il mondo: l'impegno dei Posagnòt

I Posagnot

Possagno, in provincia di Treviso, è un Comune  che conta  poco più di 2000 anime: è proprio qui che sono nati i Posagnòt, gruppo folcloristico veneto da sempre vicino a chi, per un motivo o per un altro, ha dovuto abbandonare l'Italia con tanta nostalgia.

Possagno è conosciuta ai più perché terra natìa di Antonio Canova, il più grande scultore del periodo neoclassico: la fondazione dei Posagnòt è legata anche alla sua figura in quanto avvenuta proprio nell'anno del 150° anniversario della Consacrazione del suo celebre Tempio. Era il 1982. I Posagnòt non rappresentano solo Possagno ma, col passare del tempo, hanno recuperato anche tutta la tradizione musicale dei paesi vicini: sempre nell'ottica della forte identità che li lega da anni al loro territorio, indossano ancora oggi l'abito da festa dei popolani e delle popolane di inizio '800.

Il loro pezzo forte è stato sin da subito "Jovanìn e Taresina", una canzone che parla d'amore e di emigrazione, tema da sempre molto caro alla formazione veneta: proprio per questo motivo, nel 1983 i Posagnòt fecero tappa a Griffith, città del Nuovo Galles del Sud, venendo a contatto con un folto gruppo di emigrati italiani. Da allora, sono stati numerosissimi gli incontri con tante comunità italiane all'estero: ne sono testimonianza i loro tour in Svizzera (Basilea 1986 e 1993, Bielle 1988), in Belgio (Liegi 1986), in Brasile (1997 e 2001) e in Canada (1999).

Questa loro forte presenza fuori dai confini nazionali italiani li ha portati a prender parte a numerose rassegne internazionali del folclore: sono stati così protagonisti in Germania (Scheessel 1985, 1988, 1995 e 2005, Heppenheim 1997), Olanda (Enschede 1986 e 2009), Ungheria (Szekszard 1990, Székesfehérvar 2003), Spagna (Gijon 1991), Cecoslovacchia (Zlin 1992 e 2001), Francia (Roussay 1993, Chateaux sur Allier 2000), Croazia (Slano 2004), Romania (Caransebes 2006), Grecia (Neo Kallikratia 2007) e Portogallo (Granja do Ulmeiro 2012).

Proprio grazie a queste esperienze estere, oggi il gruppo nei suoi live, accanto al suo repertorio di base, è solito presentare anche canzoni dell'emigrazione veneta in Brasile, Messico e Australia.

http://www.youtube.com/watch?v=baB27Kk4c1o



Tag: