Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica Popolare Italiana

Chiama

Chiudi

Il barcarolo romano

http://youtu.be/6tJbQHq2HMQ

Continua il viaggio di musica popolare italiana alla ricerca dei testi e dei suoni della tradizione. Questa settimana ci fermiamo a Roma e in occasione dell’Ottobrata Romana dedichiamo il nostro focus on settimanale ad uno stornello tipico della romanità: Il Barcarolo.

Da sempre lo stornello è stato considerato dal popolo romano come una sorta di valvola di sfogo. I temi principali trattati negli stornelli sono la rappresentazione della vita quotidiana, l’atmosfera, i colori, i quartieri attraverso testi e suoni allegri, vivaci e pieni di emozione.

Il Barcarolo romano è una canzone, una poesia, una melodia e molto di più. Presentata nel 1926. L´autore è Romolo Balzani, che insieme a Petrolini rappresenta l'anello di congiunzione tra la tradizione popolare delle villanelle seicentesche, delle tarantelle improvvisate dai cantastorie sui fatti del giorno, dei sonetti, e, dall'altra, l'era di Claudio Villa e Lando Fiorini, Gabriella Ferri e Gigi Proietti.

 

Quanta pena stasera..

c'e' sur fiume che fiotta" cosi'

sfortunato chi sogna e chi spera

tutti ar monno dovemo soffri'

Si' c'e' n'anima che cerca la pace

puo' trovalla sortanto che qui...

 

Er barcarolo va contro corrente

e quanno canta l'eco s'arisente

si' e' vero fiume che tu dai la pace

 

Fiume affatato fammela trova'..

Piu' d'un mese e' passato

da quel giorno ch'io dissi:" A Nine'..

quest'amore e' ormai tramontato

lei rispose: Lo vedo da me.."

Sospiro', poi me disse:" addio core..

io pero' nun me scordo de te!"

 

Je corsi appresso ma, nun l'arivai

la cerco ancora e nun la trovo mai

Si e' vero fiume che tu dai la pace

 

me So' pentito fammela trova'..

Proprio sotto ar battello

s'ode un tonfo ed un grido piu' n la'

 

S'ariggira je fa' er mulinello

poi riaffonna e riassomma piu''n la

soccorete e' na donna affogata

poveraccia penava chissa!?

La luna da lassu' fa' capoccella

rischiara er viso de Ninetta bella

cercava pace ed io nun je l'ho data

 

Boiaccia fiume je l'hai data tu!!..

 



Tag: