Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica Popolare Italiana

Chiama

Chiudi

"AMAIUS" …la Sardegna per Elena Ledda.

Elena Ledda è una delle più belle voci italiane che hanno dedicato la propria vita artistica alla musica popolare ed al canto.

L’artista sarda si avvia all’attività canora già giovanissima, interpretando in modo egregio brani del repertorio classico, per poi dedicarsi in modo più intenso alla tradizione musicale cagliaritana e non solo. Grazie alla sua versatilità e preparazione artistica Elena Ledda, originaria della Sadegna più meridionale, riesce magnificamente ad interpretare con facilità i diversi dialetti e influenze di tutta la regione, molto note sono le interpretazioni in lingua sarda di diversi testi di Fabrizio De Andrè con cui la Ledda ha collaborato fattivamente.

elena ledda

 

Elena Ledda dedica la sua attività di ricerca alle tradizioni locali sarde, che ripropone attraverso la musica, proseguendo, quasi come un erede naturale, il lavoro impostato da Maria Carta. Questo lavoro incessante di ricerca, approfondimento, interpretazione e promozione delle ricchezze della sua terra, è l’elemento principe di numerosi lavori realizzati in una multidisciplinarità artistica prevalentemente fondata sul teatro e sulla musica.

 

Questo lavoro certosino e approfondito fa sì che nel 2007 all’artista vengano riconosciuti due prestigiosi premi: la “Targa Tenco” , nella sezione “disco in dialetto” a Sanremo, e Miglior album al Premio Nazionale Città di Loano.

L’ultima fatica targata Ledda è “AMAIUS” un concerto con racconti brevi in lingua sarda, con cui la nota cantante ha inaugurato, il 09 gennaio 2014, la Cittadella della Musica a Civitavecchia.

Fondamentale resta l’incontro, sul finire degli anni ’70, con il musicista e compositore sardo Mauro Palmas con il quale ha condiviso scelte e progetti. Questo connubio artistico si è nel tempo intensificato e fortificato, tanto che in questi giorni,  l’associazione culturale elenaleddavox  sta promuovendo uno spettacolo realizzato in cooperazione con Palmas dal titolo: "Danze dal mare". Uno spettacolo nel quale il genere  Barocco incontra la musica popolare, un progetto scaturito dall'incontro di musicisti di diversa estrazione, quella classica e quella popolare, che si scoprono accomunati dalla passione per le danze. Un’idea secondo la quale si vuol provare a ricostruire un percorso storico della cultura italiana centro meridionale in un crescendo di suoni, danze e colori.

La sua vita professionale è ricca di collaborazioni artistiche con musicisti di diverse estrazioni e provenienze: Don Cherry, Nana Vasconcelos, Lester Bowie, Don Moye, Enrico Rava, Andreass Vollenweider, Paolo Fresu, Antonello Salis, Giorgio Gaslini, Moni Ovadia, Luigi Cinque, Noa, Richard Galliano, Gabriele Mirabassi, Antonio Placer, Lucilla Galeazzi, Riccardo Tesi, Maria Pia DeVito, Rita Marcotulli, Lino Cannavacciuolo, Raiz, Daniele Sepe, Andrea Parodi, Savina Yannatou, Ginevra Di Marco,Faraualla.



Tag: