Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica Popolare Italiana

Chiama

Chiudi

ILARIA SAVINI e GLI STORNELLI TOSCANI

Ascoltando gli stornelli toscani che molti di voi hanno suggerito e raccontato alla redazione di musica popolare italiana siamo rimasti incantati dall’interpretazione che Ilaria Savini ha dato a una delle canzoni d’amore più antiche della tradizione toscana già proposta dalla grande Caterina Bueno:

E cinquecento catenelle d'oro 
hanno legato il loro cuore al mio
E l'hanno fatto tanto stretto il nodo
che non si sciogliera' ne te ne io
E l'hanno fatto un nodo tanto forte
che non si sciogliera' fino alla morte

cinquecento catenelle

Una voce melodica e calda in un giovane corpo che anima ognuno dei brani della tradizione popolare toscane e pugliese che interpreta con maestria:

musica popolare italiana 

Ilaria Savini comincia a cantare giovanissima e a soli 13 anni è già una delle voci del coro “Insieme per caso” di San Miniato, diretto dal Maestro Fabrizio Berni, per approfondire successivamente lo studio del canto lirico con il Maestro Paolo De Napoli, specializzandosi in seguito, attraverso stage e seminari, in tecniche di canto più flessibile e esperienziale fino all’incontro nel 2008 con Giovanna Marini da cui apprende le tecniche di canto legate ai “Modi contadini”, e successivamente “Canto Indiano: Il canto della cortigiane” con Francesca Cassio e Germana Giannini, per giungere al Canto polifonico sardo con Elena Ledda.

Caposaldo della sua formazione e punto di riferimento per l'apprendimento delle tecniche del canto popolare resta per Ilaria Savini, Francesca Breschi, una delle migliori voci italiane nell'ambito della musica popolare italiana. Con la Breschi, Ilaria ha seguito molti lavori e seminari di specializzazione, da allieva prima e da collaboratrice poi.  Lo spettacolo “Dalle belle terre di toscana”, viaggio dai canti di scrittura ai canti di tradizione orale più famosi, come Maremma, è frutto del lavoro costante e certosino fatto in collaborazione tra i "Vincanto", di cui Ilaria è la voce, e Francesca Breschi, attraverso il quale gli artisti hanno voluto mostrare le connessioni fra musica “colta” e musica di tradizione orale.

Nel 2003 Ilaria, insieme a Simone Faraoni, Alessandro Cei ed Elena Ulivieri, fonda il gruppo “Vincanto”, formazione che propone un originale lavoro di recupero del repertorio di tradizione orale toscana e non solo. È con questa formazione che nel 2004, insieme al cantastorie Serafino Soldani, realizza “Serafino Soldani, classe 1924”, un CD con il libro di Pilade Cantini.

ilaria savini La Savini ama la musica come ogni altra forma d’arte e così la sua voce diventa il distinguo nei diversi generi musicali con cui si sperimenta:  “Tableau Blues”, un progetto di musica elettronica, elettrica ed acustica spesso intersecate con danza e video-arte; canzone d'autore italiana partecipando a vari progetti incentrati sui cantautori; Gospel, al musical, alla musica leggera, fino alla musica classica contemporanea che interpreta dal 1994 con il coro “Insieme per caso”.

Tra le esperienze importanti che hanno segnato il suo "passaggio" nel repertorio della canzone d'autore italiana ricordiamo: “Umbre de muri”, ensemble che, tra il 2004 e il 2006, realizza e porta in giro un lavoro sull’album “La buona Novella” di Fabrizio De Andrè; 

i “Faber”, una fra le cover band di De Andrè più apprezzate in Italia con cui nel 2006 canta come voce femminile e corista.

Non ci resta che ascoltarla e apprezzarla nell’interpretazione di alcuni stornelli toscani:

 

stornelli senesi

Buon ascolto



Tag: