Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica Popolare Italiana

Chiama

Chiudi

Matilde Politi e i Canti Siciliani

Seguendo i cunti e i canti della Sicilia di Pitrè, presentati dal maestro Sparagna sul blog d’autore di Musica popolare italiana, ci siamo soffermati questa settimana sulla cultura popolare siciliana e abbiamo scelto di presentarvi una delle voci femminili più  penetranti della Sicilia, Matilde Politi: donna, musicista, artista che dona alla sua musica un'importanza non solo artistica ma fortemente sociale ed antropologica. mUSICA pOPOLARE iTALIANA

Laureata in Antropologia Culturale, da sempre  appassionata alla musica ed al teatro discipline che studia e approfondisce anche attraverso laboratori e stage di specializzazione, seminari e workshop di varia natura, affiancati da un costante lavoro di ricerca e sperimentazione, e da una intensa attività di spettacoli in strada, con repertorio folk americano, spagnolo e siciliano.

Matilde oltre a cantare in un modo incantevole, suona numerosi strumenti dal tamburello alla chitarra, dalla fisarmonica al marranzano, ma negli ultimi 15 anni la sua occupazione principale resta senza dubbio la ricerca sulle tradizioni orali siciliane, attività che nel tempo si è tradotta in un lavoro di rielaborazione  di canti raccolti per i quali ha riscritto accordi e arrangiamenti.

Lei stesa ama dire della musica popolare: "In un tempo in cui ogni luogo aveva la sua musica, e la musica corrispondeva al luogo, la musica stessa era “luogo”. E se ad un viaggiatore era dato di attraversare la nostra isola dal mare alle pianure, fino ai monti e poi di nuovo al mare, questi poteva distinguere i luoghi attraverso i canti dei loro abitanti. Le musiche e i canti a loro volta potevano assomigliarsi o differire tra loro, mescolarsi e rincorrersi per l'isola come la gente che li cantava..... Oggi, ovunque vai, si sente sempre la stessa musica: la musica non è più un luogo. Riprendere i canti popolari vuol dire andare a cercare la relazione tra musica e luogo e cultura, e ricordare, ritrovare frammenti, tracce di questa geografia perduta, rimasta nella memoria dell'antico viaggiatore."

MUSICA POPOLARE ITALIANA

 

Durante la sua carriera artistica ha collezionato moltissime collaborazioni e tanti premi ma in questa occasione ci piace soffermarci principalmente sulla presentazione di alcuni dei suoi lavori più importanti tra cui:

1) Cantami quantu voi ca t’arrispunnu: d’amuri, gilusia, spartenza e sdegnu
L’amore sensuale nella tradizione dei canti popolari siciliani in una commistione di culture e di vite quotidiane, di bisogno di amare e di relazionarsi con l’altro.

http://youtu.be/mSgBdcANAEE

2)  Si eseguono riparazioni dell'anima
Oggi, ovunque vai, si sente la stessa musica:la Musica non corrisponde più al Luogo. In questo lavoro Matilde Politi cerca di trasmettere in purezza i canti raccolti, contestualizzandoli rispetto al periodo storico ed alla cultura degli anni in cui gli stessi sono nati ridonando quella vivacità espressiva e di linguaggio proprie di un “popolo che viaggia, lavora, nasce e muore cantando brani popolar”.  La Sicilia di oggi è una terra muti etnica, cosa che in fondo questo territorio è sempre stato,  pertanto il lavoro dell’artista attenta alla ricerca è proprio quello di attualizzare quanto di autentico trovato rendendolo affine alla Sicilia di oggi.

http://www.youtube.com/watch?v=mncnL_zXQNA&list=PL6D30F7CBAD0B3A31&feature=share&index=2

3)  Canti e Raccunti: dalla tradizione orale siciliana al moderno cantautorato.

http://youtu.be/CnAhTOHuS8c

Senz dimenticare le produzioni in cui Matilde è stretta collaboratrice e promotrice, tra cui:

1)  Siren Songs - Un progetto speciale made in The Netherlands

2)  Laboratorio sul canto popolare siciliano - Laboratorio sul canto popolare siciliano con tamburelli, marranzani, castagnette e un momento di danza tradizionale siciliana.

3)  Una Musica Reale – con Lelio Giannetto contrabbasso, voce

4)  Onda Mediterranea - Un mare di suoni; con:   

Matilde Politi voce, chitarra, fisarmonica, tammorra 
Giuseppe Viola sassofoni, clarinetto in sib, clarinetto turco, flauti etnici
Francesco Calandrino tape manipolation, sax alto, clarinetto alto
Rosario Punzo tamburi a cornice, percussioni
Sandro Librio violino
Pino Guarrella violoncello
Lelio Giannetto contrabbasso



Tag: