Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica Popolare Italiana

Chiama

Chiudi

Vinicio Capossela e la Banda della Posta

Su musica popolare italiana Vinicio Capossela e la banda della postaOggi il blog di musica popolare italiana dedica il suo special settimanale ad un evento unico.

Ieri sera Vinicio Capossela, uno degli artisti più conosciuti ed estrosi del panorama musicale nazionale e internazionale, è stato il protagonista di una festa popolare a Villa Manin, Passariano (Codroipo) per il Folkest.

Insieme all’artista friulano la Banda della Posta, un complesso di anziani musicisti del paese d’origine della sua famiglia, Calitri nell’Alta Irpinia.

Giovani e anziani danno voce e spazio a canti sociali e anarchici, tutti uniti nel segno di una grande festa popolare.

Generazioni a confronto a suon di frontiere, esotismi western e mariachi, musiche da ballo attraverso mandolini e chitarre surf, l’aia e il dancing da veglione, quadriglie lucane e rancheras messicane. Il repertorio comprende diversi stili. Si inizia con i classici ballabili da sposalizio anni '50 registrati dalla banda nel disco Primo ballo dopo averli suonati nei matrimoni del paese dagli Anni '50 in poi. Si continua con una selezione di brani targati Vinicio Capossela riarrangiati come mazurke, polke, valzer, passo doppio, tango, tarantella, quadriglia e fox trot. Si arriva ad alcuni inediti e si conclude con pezzi della tradizione rurale.

Il musicista friulano veste un abito tutto nuovo tra il folklore e le tradizioni popolari, tra i riti e le festività. Ampio spazio ad una musica piena di baldoria, la musica dei saloon. Dentro lo spettacolo c’è un po’ di tutto, la festa, la giostra, il mondo felliniano, il ballo. Tutto determina un gioco di colori che si esprimono sulla tela paesana, strapaesana. Una musica intima, una musica che richiama grandi uomini e grandi storie come la storia di Rocco Briuolo, suonatore di mandolino, pittore e imbianchino, a cui è dedicato Primo Ballo, il disco della Banda della Posta.

E’ proprio a Calitri, dove Vinicio scopre i musicisti della Banda della Posta, alcuni avevano suonato al matrimonio del padre, poi d’un tratto li incontra alle Poste e da il la ad un sodalizio speciale.

Un concerto intenso e pieno di emozioni quello a cui abbiamo assistito ieri sera. Un folkest 2014 con un grande marchio.

La musica italiana è più viva che mai.

http://youtu.be/iCmIBSFftbY



Tag: