Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica Popolare Italiana

Chiama

Chiudi

Canzone del maggio

Oggi il nostro focus on è dedicato ad un brano di Fabrizio De Andrè: Canzone del maggio. Faber ha sempre avuto un rapporto privilegiato con la canzone d’autore e con la musica popolare italiana. La canzone è all’interno del sesto album discografico registrato in studio, è il 1973 e Fabrizio De André firma Storia di un impiegato.

Su musica popolare italiana Fabrizio De AndrèAlbum impegnato, con una idea affascinante: dare una lettura poetica del 1968. Un linguaggio troppo oscuro e difficile.

Canzone del maggio, è una canzone liberamente tratta da un canto del maggio francese del 1968 di Dominique Grange, il cui titolo è Chacun de vous est concerné.

E’ una canzone di protesta, che ha come sfondo il '68: In primo piano gli scioperi operai e le manifestazioni studentesche, le ingiustizie sociali e la manipolazione.

Rievoca avvenimenti veramente accaduti, accusando chi è fermo, immobile. C’è uno sguardo rivolto al futuro, alla rivolta.

Il termine nostro da il senso di una adesione del cantante.

Lo sguardo è una finestra continua sul reale. La canzone è una fedele rappresentazione ai tic e al contesto del 1968: il ceto medio, la millecento, la fiducia nella televisione, il desiderio di non compromettersi votando ancora la sicurezza, la disciplina.

Della Canzone del maggio esiste una versione dal testo differente lontana dalla traduzione letterale dell'originale presentata a volte dal vivo dal cantante genovese.

La canzone è stata reinterpretata nell'album Mille papaveri rossi da Alberto Cesa e i Cantovivo, mentre in Canti randagi è stata tradotta in Lombardo dai Barabàn.

Buon Ascolto a tutti gli amici di musica popolare italiana.

http://youtu.be/TklpVzeFhgo

 



Tag: